close
L’ uomo d’oggi lo ha verde

L’ uomo d’oggi lo ha verde

È il fenomeno del momento, anzi sono i fenomeni del momento.

Uomini, tendenzialmente single, giovani ma non più giovanissimi, con una grande passione: il giardinaggio. Il calcetto con gli amici è ormai una moda superata.
Ci si commuove nel vederli innaffiare le loro pianticelle, da quelle carnivore al più classico basilico. Prestano loro una cura ed un’attenzione che non sono soliti dedicare nemmeno quando lustrano la loro quattroruote. Una dedizione tipica della mamma chioccia per i suoi bambini, che si estende trasversalmente lungo tutta la giornata e che li vede dare ai loro “vegetali” la priorità assoluta. Non solo, il loro interesse prevede la lettura di libri ad hoc e, per i più tecnologici, la frequentazione di blog e forum online.

La conferma anche da una ricerca Coldiretti/Censis:

il 46,2% degli italiani si mette alla prova nel giardinaggio (e per chi ha un pezzettino di terra nella cura dell’orto)

Molteplici le ragioni oggettive che spiegano questi dati: troppi sono ormai i dubbi che ci tormentano circa l’effettiva qualità degli alimenti che compriamo; conservanti, coloranti, additivi, inquinamento ci preoccupano; inoltre, l’orto fai da te garantisce anche di contenere i costi, fattore che in tempo di crisi non è irrilevante. Sembrerebbe, quindi, logico iniziare ad impiegare un po’ del nostro tempo libero sul terrazzo di casa, impastando terriccio ed innaffiando salvia e rosmarino.

Orto
Orto

Se questi motivi razionali spiegano il fenomeno che in generale sta coinvolgendo noi italiani, non chiariscono, però, fino in fondo quello degli uomini col pollice verde: sembra esserci dell’altro, no? Per i più pigri non amanti dello sport, può essere un modo per dare sfogo alle tensioni accumulate durante la giornata e per rilassarsi non più sul divano di casa ma sul terrazzo.
Sicuramente alcuni si saranno ispirati al film “L’erba di Grace” e stanno pianificando un drastico cambiamento dei loro affari.
Alcuni, forse delusi dalle relazioni personali, trovano soddisfazione nel vedere germogliare le loro piantine, che ricambiano con un fiore le cure ricevute.

Non è il luogo per psicanalizzare tale comportamento, anche perché non presenta nessun effetto collaterale, ci dovremo solo abituare ad essere invitate/i a salire a casa di un uomo per vedere la sua flora e non più la collezione di farfalle. Alla fine del tour botanico, però, pretendiamo una pasta al pesto homemade!

Valeria Gelosa

Valeria Gelosa

Blogger, videomaker and editing

Fiabe antiche… favole moderne

Comunicare quanto è complesso

“Costruire con”, alias comunicare