L’evento Expo di Confagricoltura Lombardia il pane deglutinato Giuliani: secondo l’università di Bari la rivoluzione nell’alimentazione di chi è colpito da Celiachia

Food, ricerca universitaria all’avanguardia in materia agroalimentare, arte, design. Imprenditori, modelle, personaggi e volti noti per promuovere lo stile e l’eleganza e i prodotti che mantengono competitiva l’Italia e la Lombardia come modelli da esportare nel mondo. Un incontro Expo per i buyer stranieri della Piattaforma Expo 4 Business per assaggiare i frutti ed entrare nel clima della nostra penisola . In una Milano da vivere e scoprire tra cortili e opere d’arte di rara bellezza. Casa degli Atellani – Vigna di Leonardo . Un pezzo di storia riportata alla luce da Confagricoltura. Ma non solo cibo e buon vino, la serata ha ospitato anche performance artistiche e momenti culturali. L’artista di pop art Ludmilla Radchenko, il prof. Stefano Zecchi, filosofo, scrittore, giornalista e critico d’arte di consolidata fama ha relazionato su ciò che lega l’arte al cibo. Più di quattrocento persone hanno preso parte al battesimo inaugurale di un ciclo di serate in onore dei prodotti enogastronomici d’eccellenza del made in Italy: pane, vino, riso, ortaggi, latte, formaggi e salumi.

Expo di Confagricoltura Lombardia
Expo di Confagricoltura Lombardia

La firma alla regia gastronomica è stata dello chef stellato Fabio Barbaglini. Se l’eccellenza agroalimentare esporta il nome del paese oltre i confini nazionali la ricerca in questo settore non è da meno, spiega Marco Gobetti, docente di microbiologia all’Università di Bari. Alla serata infatti non è stato servito un pane qualsiasi, bensì un particolare tipo di pane studiato per i celiaci . Bontà di pane Giusto Giuliani, il primo con farina di frumento deglutinata; un prodotto frutto di anni di ricerche condotte dalla Sezione di Microbiologia degli Alimenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Un pane dal gusto tradizionale –ha spiegato il prof Gobetti- abbinato però alla tecnologia moderna. La stima della prevalenza della celiachia, a livello mondiale, ha ricordato Marco Gobetti è dell’1%. Secondo recenti studi americani, la malattia è ampiamente sottostimata negli Stati Uniti, dove interessa una persona su 133. La diagnosi invece viene effettuata mediamente solo sul 3% dei malati. In Europa, la celiachia sarebbe la più comune malattia di origine genetica. In Italia, probabilmente anche in seguito all’elevato consumo di pasta, seondo l’Associazione italiana celiachia (Aic) l’incidenza di questa intolleranza si aggira su un caso ogni 100-150 persone. I celiaci quindi potrebbero essere circa 400 mila, ma ne sono stati diagnosticati solo 35 mila. Ogni anno, sostiene sempre l’Aic, vengono effettuate cinque mila nuove diagnosi ed ogni anno nascono 2.800 nuovi celiaci, con un incremento annuo del 9%.

Expo di Confagricoltura Lombardia
Expo di Confagricoltura Lombardia

Con queste serate Confagricoltura Lombardia ha inteso rendere omaggio al made in Italy e ai prodotti della terra, creando uno stretto connubio fra tradizione agroalimentare, arte e idee e prodotti del design italiano, ma non solo. Strettamente correlata anche la volontà di tenere alta l’attenzione su temi importanti dell’alimentazione umana. Anche l’artista Ludmilla Radchenko attenta e sensibile interprete del suo tempo ha inteso contribuire alla diffusione del messaggio , interpretando a suo modo il pane de glutinato “POP”.