Food, arte, design.

Imprenditori, modelle, personaggi e volti noti per promuovere lo stile e l’eleganza e i prodotti che mantengono viva ed importante la nostra bella Italia e la Lombardia nel mondo. Un incontro Expo per i buyer stranieri per assaggiare i frutti ed entrare nel clima della nostra penisola . In una Milano da vivere e scoprire tra cortili e opere d’arte di rara bellezza. Casa degli Atellani – Vigna di Leonardo . Un pezzo di storia riportata alla luce da Confagricoltura.

Più di quattrocento persone hanno preso parte al battesimo inaugurale di un ciclo di serate in onore dei prodotti enogastronomici d’eccellenza del made in Italy: pane, vino, riso, ortaggi, latte, formaggi e salumi. La firma alla regia gastronomica è dello chef stellato Fabio Barbaglini.

Non un pane qualsiasi quello che ha deliziato gli ospiti meneghini, bensì un particolare tipo di pane studiato per i celiaci e per tutte le persone che hanno il piacere delle cose buone e desiderano una dieta leggera e nuova, all’insegna della salute. Bontà di pane Giusto Giuliani, il primo con farina di frumento deglutinata; un prodotto frutto di anni di ricerche condotte dalla Sezione di Microbiologia degli Alimenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Un pane dal gusto tradizionale abbinato però alla tecnologia moderna.

Ma non solo cibo e buon vino, la serata ha ospitato anche performance artistiche e momenti culturali. L’artista di pop art Ludmilla Radchenko, il prof. Stefano Zecchi, filosofo, scrittore, giornalista e critico d’arte di consolidata fama.

Alessandra Broggiato, designer di gioielli e accessori di moda, ha stupito i partecipanti con le sue ricercatissime creazioni: un tripudio di fiori e d’eleganza raffinata ha impreziosito la splendida location.

Con queste serate Confagricoltura Lombardia ha inteso rendere omaggio al made in Italy e ai prodotti della terra, creando uno stretto connubio fra tradizione agroalimentare, arte e idee e prodotti del design italiano.