Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo.

Lo sosteneva Ippocrate, il famoso medico che tracciò le linee guida della deontologia medica nell‟antica Grecia.

Che senso avrebbe nei giorni in cui tutti gli occhi del mondo sono puntati sul nutrimento del pianeta?

Seguire una dieta corretta significa assumere uno stile di vita e, quindi, alcune abitudini alimentari, che se bilanciate, ci garantiscono il benessere. È infatti indubbio, che il nostro comportamento alimentare abbia una diretta e profonda influenza sulla nostra salute. In Giappone negli anni „80 le autorità sanitarie riconobbero la necessità di intervenire per migliorare la vita delle persone più anziane alla luce dell‟incremento delle aspettative di vita, per poter limitare i costi sanitari di questo cambiamento socio-demografico, in generale per favorire la salute e ridurre l‟insorgenza di patologie.

In Europa, invece, gli alimenti definiti “funzionali” non hanno ancora ricevuto una precisa definizione legislativa, ma vengono considerati tali tutti quegli alimenti che vanno oltre l‟apporto nutrizionale dimostrando di avere effetti positivi sulle funzioni fisiologiche del nostro organismo, come quelli contenenti determinati minerali, vitamine, fibre, antiossidanti e acidi grassi. Le conferme dal mondo della scienza e da quello della medicina hanno stimolato lo sviluppo di questo mercato nel nostro continente, in concomitanza all‟aumento dell‟aspettativa di vita e ai cambiamenti socio-economici.

Medici ed esperti del settori si sono già impegnati nella gestione di questi cambiamenti prendendo in considerazione un‟ampia gamma di alimenti funzionali capaci i migliorare le condizioni di salute delle persone. Attualmente l‟obiettivo è quello di scoprirne di nuovi e l‟attività di SimaSocietà Italiana di Medicina Ambientale va in questa direzione, come si evince dalle parole del presidente e fondatore della Onlus, il Prof. Alessandro Miami.

“Sono orgoglioso di poter presentare in Italia questo importante progetto su cui ho investito idee, tempo e risorse e che sono sicuro non tarderà a dare nel nostro Paese ottimi risultati. Oltre ad attività di sensibilizzazione e di divulgazione, punteremo soprattutto sulla formazione di medici ed operatori sanitari, prevedendo l’istituzione di Corsi di Perfezionamento e Master che abbiamo in programma di realizzare in collaborazione con le principali università italiane”.

Sarà proprio un convegno intitolato “Il Cibo come Medicina. Alimenti Funzionali, Qualità della Vita e della Salute” la prima iniziativa che il Sima organizzerà in Italia il 24 luglio presso Expo. “Oggi più che mai”, ha concluso il Professor Miami “è necessario fare prevenzione per mantenere una buona qualità di vita e ridurre i rischi di malattia”.