Tornare in forma dopo il parto è possibile grazie a un protocollo di trattamenti studiati proprio per le neomamme

L’Abbiamo vista in perfetta forma, sorridente e bellissima, a poche ore dal parto, tanto da scatenare le malelingue. Ma il segreto di bellezza di Kate Midldleton è uno staff di beauty consultant a sua disposizione che ha lavorato alacremente per farla apparire al meglio già all’uscita dalla clinica.

il parto -  beyonderIcona di stile, Kate impersona perfettamente il desiderio di ogni donna di ritrovare la forma fisica perduta durante gravidanza, parto e allattamento. Anche se con le dovute limitazioni, oggi questo è possibile grazie a un protocollo di interventi, definito dagli americani Mommy Makeover, che combina medicina e chirurgia estetica.

“Il parto”, spiega il dott. Sergio Noviello, presidente Simoe società medici medici chirurghi e operatori dell’estetica e direttore sanitario di Milano Estetica medical & surgery sp, “è l’evento più emozionante e importante per la maggior parte delle donne. Nonostante ciò la gravidanza prima, il parto poi e infine l’allattamento richiedono un enorme sforzo per l’organismo e lasciano segni sul corpo anche importanti: si pensi solo agli esiti cicatriziali della episiotomia, alle smagliature e alle variazioni di peso. Le donne, già provata dal parto e dai cambiamenti importanti che la vita con un bambino comporta, si trovano a dover fare i conti anche con un’immagine nella quale spesso non si riconoscono. Nasce così il legittimo desiderio di ritrovare la forma fisica perduta e tornare a sentirsi belle e a proprio agio nel proprio corpo”.

Da qui nasce il protocollo Mommy Makeover, ovvero una serie di interventi mirati per risolvere gli inestetismi tipici delle neomamme. Secondo i dati dell’American Society of Plastic Surgeon, ricorre al Mommy Makeover il 60% delle americane e anche in Italia, nonostante la crisi, questo fenomeno si sta facendo strada.

Mommy-Makeover-beyonder“Gli interventi più richiesti dalle neo mamme sono la mastoplastica additiva e mastopessi per aumentare il volume e restituire tonicità al seno”, spiega il dott. Sergio Noviello, Direttore sanitario della divisione di medicina e chirurgia di Milano Estetica, “l’addominoplastica che insieme a liposuzione a fianchi e cosce rimodella le zone che più di tutte sono messe a dura prova dalla gravidanza per l’oscillazione di peso. Per un risultato ottimale, a questi interventi si può abbinare l’innovativo Protocollo Body 3D costituito da Veicolazione Transdermica, Proshock Ice e Tis (Trattamento Iniettivo Specifico) che risponde a tutte le necessità di ripristino delle migliori condizioni della cute, del tessuto sottocutaneo, della circolazione venosa e linfatica. A completare il protocollo”, spiega il dott. Noviello, “la Veicolazione Transdermica di principi attivi come caffeina, teofillina, ialuronidasi e lipasi attraverso la somministrazione di micro correnti elettriche impercettibili erogate da un manipolo che aumenta il diametro dei pori e incrementa la permeabilità di superficie”.

interventi-richiesti-mamme-beyonderDiscorso diverso invece per gli interventi di chirurgia correttiva, per cancellare cicatrici e ripristinare il tono dei muscoli vaginali, spesso compromesso dal parto.

“In questo caso”, spiega il dott. Noviello, “parliamo di veri e propri interventi di chirurgia plastica. Nel caso della vaginoplastica si tratta di una procedura di plastica ricostruttiva eseguita in anestesia locale e o generale, a seconda delle valutazioni effettuate dal chirurgo, ma in ogni caso in regime di day hospital, ed è finalizzata a ripristinare il tono e l’elasticità dei muscoli vaginali e dei tessuti molli. Già dopo pochi giorni il paziente può camminare agevolmente e dopo 4-6 settimane riprendere una regolare attività sessuale”.

addominoplastica-beyonderPrima di poter effettuare qualsiasi tipo di intervento, però, sottolinea il dott. Noviello, occorre aspettare che siano trascorsi almeno 40 giorni dal parto, meglio qualche mese.