close
Mutandoni della nonna – il ritorno. Perché no?

Mutandoni della nonna – il ritorno. Perché no?

Granny panties, ovvero i classici mutandoni della nonna, sono tornati. Non siate scettiche, ci sono dei buoni motivi.

Avevamo già parlato di comodità per quanto riguarda i “must have” dell’estate 2015, ma non avevamo accennato al ritorno di un evergreen dell’intimo: i mutandoni della nonna. La femminilità va in direzione opposta, la sensualità si esprime con completini succinti che poco spazio lasciano alla fantasia. O almeno, questo fino ad oggi!

I mutandoni di Bridget Jones
I mutandoni di Bridget Jones

La rivoluzione old style nasce tra le più giovani: il New York Times ha, infatti, segnalato un incremento delle vendite dei granny panties. Le ragazze di oggi sembrano intenzionate ad accelerare i tempi: prima con la granny hair fashion (la moda dei capelli grigi) ora scegliendo il vintage per la biancheria. Il primo mito da sfatare è che questa scelta non venga apprezzata: tutt’altro! Non commettete l’errore di associarli all’immagine dell’impacciata Bridget Jones!
L’iniziale incredulità e un poco di scetticismo potrebbero venir meno pensando anche ai vantaggi che questa moda comporta: dopo aver letto, vi risulterà difficile dire di no a un paio di (hot) granny panties!

  1. Comodità
    È una questione abbastanza oggettiva: i mutandoni della nonna sono comodi. Non si spostano, non sono fastidiosi, non devono essere sistemati (con nonchalance). Qualche anno fa una pubblicità canticchiava “non strappa, non stringe, non stressa”, slogan subito riutilizzabile quando si parla di mutandoni. Inoltre sono un ottimo alleato anche nei famosi “5 giorni”.
  2. Effetto sedere sodo garantito
    Il tessuto non incide, in ogni caso fanno sembrare il fondoschiena molto più sodo e più alto. Da non trascurare inoltre il fatto che tutelano dal contatto con i jeans o altri tessuti di pantaloni che possono irritare la pelle.
  3. Fianchi e vita da urlo
    Essendo fascianti modellano le forme e le curve, contenendo quel chiletto di troppo e segnando il punto vita senza troppi sforzi.
  4. Spazio alla fantasia
    Avendo una superficie maggiore, è ovvio che le case di moda potranno sbizzarrirsi garantendo maggior diversità e proponendo stili e motivi per tutti i gusti.
  5. Vintage, la parola d’ordine
    Siamo tutte alla ricerca della nuova boutique vintage nel quartiere hippy della nostra città, e allora perché non adottare la stessa filosofia anche per l’intimo?
  6. Sensualità inaspettata
    I mutandoni, poi, nelle calde notti sono una sexy soluzione: Marylin, oggi, risponderebbe “indosso solo mutandoni di pizzo”.

 

BE YONDER

BE YONDER

BE YONDER è un magazine online di cultura, società e trends. Buona lettura.

Festa del raccolto a Porta Nuova: un campo di grano tra i grattacieli

Un gregge di pecore termoradianti in Corso di Porta Romana: curioso risveglio questa mattina per i Milanesi