close
Un capolavoro di pizza

Un capolavoro di pizza

Confagricoltura celebra alla Vigna di Leonardo la pizza: il prodotto simbolo del Made in Italy

In coppia con la pasta è il piatto per eccellenza della tradizione italiana.  Grano, pomodoro, olio extravergine d’oliva, mozzarella sono gli ingredienti del capolavoro  gastronomico più conosciuto e amato in tutto il mondo: sua maestà la pizza. La Margherita è la più famosa al mondo con pomodoro, mozzarella e basilico. I colori della bandiera italiana. E la tradizione vuole  che il nome derivi da un omaggio ad una regina.  Dell’origine della pizza  parla anche Alexandre Dumas padre nel suo Corricolo (1835). Nel 1889 Raffaele Esposito e sua moglie Rosa Brandi, titolari di una pizzeria a via Sant’Anna di Palazzo a Napoli, per fare omaggio alla Regina Margherita, moglie di Re Umberto I, prepararono un pizza tricolore a base di pomodoro, basilico e mozzarella. Nacque così ufficialmente la Margherita  come omaggio alla moglie del sovrano,  divenendo famosa in tutto il mondo.

A questi prodotti e al talento degli uomini che li hanno resi famosi, i pizzaioli, è dedicato l’evento “La Pizza, “Capolavoro Universale”, che Confagricoltura, in collaborazione con Agugiaro e Figna Molini – Le 5 Stagioni, Cirio, Azienda Colavita e Granarolo, organizza nell’ambito delle iniziative ad Expo 2015, martedì 1 settembre, alle 17.30,  nella splendida location della Casa degli Atellani, dove è stata riportata in vita la vigna appartenuta a Leonardo da Vinci, in Corso Magenta a Milano. La valorizzazione dello stile italiano, il connubio tra agricoltura, cultura, arte e tradizione gastronomica, come parte di un universo unico, è il messaggio, sintetizzato anche nel nuovo pay off che accompagna il logo, con cui Confagricoltura è presente ad Expo 2015.

La giornata, riservata ad ospiti, operatori, buyer e alla stampa, prevede momenti di approfondimento sulle diverse filiere che compongono questo prodotto, con brevi presentazioni e materiali di comunicazione per far conoscere e valorizzare gli ingredienti essenziali della pizza made in Italy,  fatta con prodotti rigorosamente italiani.

Alla Vigna di Leonardo “pizza show” come omaggio al made in Italy

 

Nell’ambito dell’evento un divertente “Pizza show” con degustazione firmata dai più famosi pizzaioli d’Italia e del mondo e  condotta dal noto giornalista e critico gastronomico Luigi Cremona. Dieci i pizzaioli, sette italiani e tre stranieri, che si esibiranno all’evento “La pizza, ‘Capolavoro’ universale”, sono: Graziano Bertuzzo, Giulio Bressan, Stefano Callegari, Pasquale Cozzolino, Domenico Crolla, Johnny Di Francesco, Gaetano Esposito, Giorgio Sabbatini, Gino Sorbillo, Guglielmo Vuolo.

Molti eventi nel mondo sono stati dedicati alla pizza. Gare, e singolar tenzoni per la pizza più lunga del mondo, quella più cara, quella più decorata ed anche la più veloce: A giugno 2014 a Las Vegas si è tenuta la gara dei pizzaioli più veloci: ha vinto l’inglese Pali Grewal, che è stato in grado di impastare e infornare 3 pizze in 32 secondi e 28 centesimi. Il 4 agosto 2014 il giapponese Takeru Kobayashi ha stabilito in nuovo record al “let’em eat”, la più grande gara di mangiatori di pizza del Canada, mangiando 62 spicchi di pizza in 12 minuti. Un business miliardario quello della pizza con numeri da capogiro; 6 miliardi di euro all’anno.  Questi, secondo un indagine condotta Doxa,  i numeri da capogiro della ricetta Italiana.  In Italia ci sono 42 mila pizzerie, circa il 50% sono quelle da asporto. Gli addetti impiegati sono circa 100.000.

 

Luca Celeghin

Luca Celeghin

Editor e Young Account

Cosa resta del padre? Identità, relazione e testimonianza

Gli italiani amano l’acquisto on-line: lo dicono i dati