Nuovo appuntamento con il ciclo di eventi “Sei personaggi in cerca d’autore” il 15 Settembre, presso la Casa degli Atellani.  Protagonisti sua maestà il formaggio ed il pane deglutinato Giuliani. L’evento sarà organizzato da Confagricoltura Lombardia. Ospiti d’onore l’artista Luciana Gallo ed il critico d’arte Vittorio Sgarbi.

Tornano le serate culturali organizzate da Confagricoltura Lombardia alla Vigna di Leonardo, in occasione di Expo 2015.

Il 15 Settembre sarà protagonista uno dei prodotti più famosi del Made in Italy: il formaggio. La tipicità che caratterizza questo prodotto deriva dall’attenzione alla lavorazione e produzione con cui le aziende casearie di tutta Italia lavorano e modellano il latte per creare il “loro” formaggio.

La serata-rigorosamente ad invito-  si inserisce nel ciclo di eventi in onore dei prodotti enogastronomici di qualità del Made in Italy: pane, vino, riso, ortaggi, latte, formaggi e salumi. Ancora una volta sarà la splendida cornice di  Casa degli Atellani – Vigna di Leonardo in Corso Magenta 65 a Milano, ad ospitare l’evento.

Il formaggio è un patrimonio del Made in Italy. In Italia se ne contano più di quattrocento tipi, quarantasei a denominazione d’origine controllata. In Lombardia le aziende casearie sono distribuite omogeneamente sul territorio e regalano i sapori tipici della loro zona ai prodotti.

Il pane deglutinato Bontà di pane della linea Giusto di Giuliani accompagnerà i prodotti caseari in questa serata. Questo pane è una vera rivoluzione nel mondo del “senza glutine”. La ricerca Giuliani ha ottenuto, tramite un combinazione di fermenti lattici ed enzimi, un pane che mantiene le caratteristiche del pane tradizionale, la morbidezza, il profumo, la crosta dorata, ma senza glutine per i celiaci. Un pane unico.

Nel menù della serata, firmata dal direttore gastronomico Fabio Barbaglini, non solo cibo e buon vino, ma anche performance artistiche e momenti culturali, frutto dell’organizzazione creativa del direttore artistico Alessandro Agrati.

Ad esporre le proprie opere questa volta sarà l’artista Luciana Gallo, che ha perfezionato il suo talento alla scuola del Teatro alla Scala e all’Accademia di Belle Arti di Brera. La poetica di Luciana, le sue due anime, si esprimono attraverso due metafore, quella del  gregge, degli agnelli e delle pecore, animali mansueti che esprimono nutrimento e protezione, lana e latte, mentre per l’artista rappresentano l’allegoria dell’uomo, guidato nel viaggio dal suo unico padre, il Pastore, nel labirinto della vita. Il labirinto è infatti la seconda metafora, che rappresenta la vita. La concretizzazione di questa poetica è nelle sue sculture, un gregge di installazioni termoradianti. Le pecore, pensate come panchine, sono rivestite da un film in carbonio e grafene che conduce il calore (il brevetto innovativo è registrato dalla società Magister Engineering), una tecnologia denominata “Effetto-sole”. Il gregge di pecore sarà allestito nel giardino di Leonardo Da Vinci.

All’interno del gregge di pecore-panchine ci sarà un intruso: un cane nero realizzato in legno dall’azienda di Maurizio e Davide Riva. L’azienda Riva nasce come bottega artigianale di lavorazione del legno negli anni Venti del secolo Novecento, un piccolo negozio in cui i due fratelli imparano il mestiere dal padre, Mario e dal nonno, Nino. Oggi la bottega è diventata una delle presenze di rilievo del Salone Internazionale del Mobile di Milano ed esporta i suoi prodotti in tutto il mondo,  soprattutto nei paesi del Nord.

Ospite d’onore della serata il critico Vittorio Sgarbi, noto al pubblico per la sua poliedricità e l’irriverente sagacia nell’analizzare il reale.

Con queste serate Confagricoltura Lombardia vuole rendere omaggio al Made in Italy e ai prodotti della terra , creando uno stretto connubio tra tradizione agroalimentare, arte ed idee e prodotti del design italiano. Per questo Confagricoltura Lombardia vanta una collaborazione con Homi, il salone degli stili di vita che si terrà a Fiera Milano dal 12 al 15 settembre 2015, dove sarà presente all’interno dello spazio HOMISPHERE, concept che riunisce  espressioni dell’enogastronomia, dell’ospitalità e del contract.

Punto cardinale della serata è il Made in Italy: l’unicità dei prodotti caseari e del pane Giuliani, che, oltretutto, dimostra anche l’eccellenza della ricerca Italiana; l’eccellenza artistica e artigianale, di cui gli esponenti sono Luciana Gallo e il mobilificio Riva; il tutto racchiuso in una location d’eccellenza: la vigna di Leonardo Da Vinci, la splendida Casa degli Atellani.