close
Medicina estetica: le novità non chirurgiche

Medicina estetica: le novità non chirurgiche

Al XVII Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest in corso a Milano molte novità non invasive sulla riconfigurazione, lifting, idratazione di viso, collo e décolleté

L’Italian style, tipico della concezione medico estetica italiana, tende a prendere in esame e valorizzare alcune aree del viso e della mandibola, nel rispetto delle linee auree.  Le possibilità di intervento che oggi vengono offerte al medico estetico sono innumerevoli e rendono possibile la personalizzazione dell’intervento e del risultato e non la clonazione modello Barby e Ken.

Un approccio corretto parte dallo studio del volto del paziente, e attraverso l’analisi critica delle imperfezioni e delle irregolarità, cerca di adattare queste ultime a quei canoni aurei trasmessi dagli scultori, rifacendosi al concetto di armonia ed equilibrio delle forme.

Oggi è arrivata una novità rilevante per ridisegnare la linea del mento. E’ stata presentata nell’ambito del  XVII Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest  e si tratta del nuovo farmaco iniettabile, da poco approvato dall’FDA americana, per l’eliminazione del grasso sottomentoniero. Questo rivoluzionario farmaco, è stato presentato al Congresso dal dottor Sergio Noviello, membro della Società scientifica Agorà, ed utilizza “un composto di origine naturale chiamato acido desossicolico che rompe le cellule di grasso”, spiega il dr Noviello, “il risultato è una perdita di cellule di grasso nella zona, una maggiore produzione di collagene con conseguente ricompattamento della cute intorno al mento e alla mascella”.

Sergio Noviello  Chirurgo plastico e medico estetico e membro della società Scientifica Agorà

 

Un’altra rivoluzione non chirurgica arriva dagli ultrasuoni attraverso una procedura non  invasiva. Il trattamento sfrutta il potere degli ultrasuoni per ringiovanire la zona dell’arcata sopraccigliare, il sottomento, il collo e il décolleté. Per oltre 50 anni gli ultrasuoni sono stati usati con successo in campo medico. “Il trattamento Ultherapy è stato riconosciuto come sicuro ed efficace negli studi clinici e in oltre 350.000 trattamenti effettuati in tutto il mondo. Ultherapy, dispositivo distribuito nel nostro Paese da Merz Aesthetics, sfrutta la tecnologia degli ultrasuoni “per stimolare la produzione di collagene” spiega Rocco Carfagna medico e chirurgo estetico. La stessa tecnologia viene utilizzata prima del trattamento per la scansione e la creazione dell’immagine computerizzata della zona. Ciò permette allo specialista di vedere quale livello di tessuto sta trattando, assicurandosi così che l’energia erogata agisca esattamente sulle aree desiderate.

Rocco Carfagna Specialista in Chirurgia Estetica

 

Protagonisti delle sessioni scientifiche del congresso, l’Acido ialuronico: uno dei principali componenti del tessuto connettivo responsabile dell’idratazione e dell’elasticità della pelle e l’Acido lipoico:  considerato l’antiossidante universale per eccellenza in quanto ha potere di neutralizzare i radicali liberi nelle zone grasse ed in quelle acquose delle cellule. Questa è una delle principali differenze tra I’acido alfa-lipoico ed i comuni antiossidanti. Principi fondamentali per aiutare il  derma a mantenere  idratazione, elasticità e luminosità della pelle come spiega il Cosmetologo Umberto Borellini.

 

Tra le novità di successo di Agorà-sempre in ambito ultrasuoni-  anche un dispositivo in grado di erogare un  vapore rinfrescante che contiene molecole igroscopiche naturali di  Acido Ialuronico di origine biotecnologica, acido lipoico, estratto di Aloe ed altre sostanze lipofile microincapsulate idonee a mantenere il potere idroritentivo dello strato corneo. Ma come agiscono acido Ialuronico e Acido Lipoico?

Umberto Borellini Specialista in Cosmetologia

 

Paolo Ferrari Titolare Phil Pharma

 

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

Due eventi per celebrare il re dei dolci: il cioccolato

Oncology Training International- Oncology Esthetics per ridare il sorriso alle malate oncologiche