Direttamente dallo strepitoso successo a Broadway, dove ha all’attivo più di 1000 repliche e tre anni di sold out, arriva a Milano il musical Newsies.

 

Newsies, gli strilloni, un musical targato Disney Theatrical Productions, ha cominciato dall’Italia il suo tour europeo e rimarrà in scena al teatro Barclays di Milano fino al 27 dicembre.
La storia di questo spettacolo è particolare. Nasce come film omonimo, prodotto dalla Disney nel 1992, diretto da Kelly Ortega e interpretato da un giovane Christian Bale. La pellicola, strano a dirsi per un prodotto Disney, fu un fiasco totale. Almeno fino all’uscita del VHS che contribuì a creare una solida comunità di fun, tanto compatta da unirsi per convinvere la casa di produzione a trasformare il poco famoso film in uno spettacolo teatrale. Ecco come nasce il musical Newsies, andato in scena per la prima volta nel New Jersey il 25 settembre 2011 e travolto da un successo immediato che lo catapultò a Broadway. Un team di artisti di valore ha composto le varie parti dell’opera, le musiche sono dell’otto volte premio Oscar Alan Menken (La Sirenetta; La Bella e la Bestia; Aladdin; Pochaontas) con parole di Jack Feldman e il libretto di Harvey Fierstein, quattro volte vincitore del Tony Awards (l’Oscar del teatro). L’unione di queste menti creative ha portato al successo il musical che, in tre anni di spettacoli, è stato candidato 23 volte per importanti premi, vincendo il Tony Awards, il Drama Desk e l’Outer Critics Circle per la miglior colonna sonora e le migliori coreografie.

Tratto dalla vera storia dello sciopero degli strilloni nel 1899, narra la vicenda di Jack Kelly (interpretato da Fabio Gismondi) strillone newyorkese a capo di una simpatica banda di venditori di giornali. Quando l’editore del World, Joseph Pulitzer, decide di aumentare il prezzo dei giornali distribuiti agli strilloni per battere la concorrenza, Jack, ragazzo che sogna per se stesso e per i suoi amici un futuro di fortuna lontano dalle insicurezze della strada, vede nel gesto del potente magnate un danno ai diritti dei lavoratori. Si pone a capo di tutti gli strilloni della Grande Mela e comincia a lottare per i diritti che spettano loro, per il rispetto che ogni lavoro, indipendentemente dalla gerarchia, deve meritare. Grazie ai consigli degli amici strilloni David (Roberto Tarsi) e Gruccia (Andrea Fazio) nonché dell’amore della giovane reporter Katherine Plumber (Giulia Fabbri), alla fine riuscirà a vincere la sua battaglia.

Una scena ben costruita che riporta con velocità e precisione di dettagli alle più svariate parti di New York, dove gli attori inscenano la dura vita nelle strade con entusiasmo ed energia.
Un musical in cui l’armonia del ballo e le energiche canzoni sottolineano importanti temi, come le prime lotte sindacali e i diritti dei lavoratori e sono perfette per accompagnare i sogni di questi ragazzi di strada, che usavano la loro voce per strillare al mondo le notizie, pattugliando le strade, brandendo giornali con vestiti logori per pochi cents. Spesso erano orfani, senzatetto o dovevano cominciare a lavorare da giovanissimi per aiutare a mantenere la famiglia e i fratelli più piccoli. Sognavano di allontanarsi dalla strada, di fare fortuna, di cavalcare l’onda del sogno americano.

Il giovane e geniale regista Federico Bellone, conosciuto per la sua firma sul revival di Grease e su altre importanti opere come Flashdance, Titanic -il racconto di un sogno e Sister Acts, dirige 34 interpreti e 12 musicisti. Produzione di Bags Life.

Preparatevi ad una teatrale edizione straordinaria.