Tutto pronto per la ventesima edizione dell’Artigiano in Fiera.  Sabato 5 dicembre prenderà il via, alla Fiera Milano di Rho-Pero la rassegna internazionale dell’artigianato.

Il traguardo è di quelli significativi, la rassegna, che verrà inaugurata il 5 Dicembre, con un brindisi programmato alle ore 12 presso la passerella dell’area Moda&Design, celebrerà quest’anno il ventesimo compleanno. Si conferma alta l’attesa per la manifestazione che andrà in scena tutti i giorni fino al 13 dicembre, dalle 10 alle 22.30. A presentare la festa del ventennale in programma il 4 Dicembre sarà Susanna Messaggio.

L’Artigiano in Fiera sta sempre più assumendo le caratteristiche di un villaggio globale dei mestieri, delle arti e delle culture dell’umanità.  Antonio Intiglietta  Presidente Ge Fi

La manifestazione- ha proseguito il Presidente di Gestione Fiere Spa- offrirà ancora una volta  alla gente la possibilità di entrare in contatto diretto con centinaia di Paesi attraverso i volti, le storie e le esperienze di uomini e donne. I protagonisti di quest’opera restano, dunque, gli artigiani che, nel tentativo di creare qualcosa di unico e di originale per sé e per gli altri, genereranno nella gente un’esperienza di stupore. Provare per credere. E i numeri lo confermano. Su una superficie complessiva di 310.000 metri quadrati, in 3.250 stand espositivi, i visitatori potranno apprezzare 150.000 prodotti provenienti da 115 Paesi. La grande novità è rappresentata dalla crescita della manifestazione: ben nove padiglioni garantiranno, infatti, una sempre maggiore rappresentazione dell’artigianato mondiale, dall’Italia all’Europa (pad. 5-7), dall’Africa al Medio Oriente (pad. 5), dall’Asia (pad. 10-14) alle Americhe (pad. 14).

La manifestazione – organizzata da Ge.Fi. – Gestione Fiere Spa – ha preso il via nel 1996 e, negli anni, è diventata uno degli eventi sociali e culturali più apprezzati dalla gente. La kermesse, in 184 giorni complessivi, ha permesso a oltre 24 milioni di visitatori di compiere un viaggio ideale nelle tradizioni del mondo. Il grande consenso popolare è stato suscitato dall’incontro con i 17.000 espositori coinvolti in questi vent’anni: artigiani provenienti da ogni angolo del mondo hanno condotto a Milano gli usi e i costumi di 146 Paesi.

69 sono i ristoranti e le  aree di degustazione amplieranno l’offerta della manifestazione, che garantirà ai suoi visitatori la possibilità di assaporare specialità gastronomiche da tutto il mondo. La tradizione italiana sarà ben rappresentata da Nord a Sud grazie alla cucina veneta, mantovana, altoatesina, lomellina, bergamasca, comasca, romagnola, ligure, valtellinese, ossolana, trentina, toscana, romana, cucina napoletana, calabrese, sarda, lucana, siciliana e pugliese. L’offerta sarà ampliata dalla tradizione culinaria europea, africana,sudamericana, asiatica e mediorientale. Non mancherà, infine, un punto ristoro dedicato ai vegetariani e ai vegani: basato su ricette asiatiche, proporrà piatti preparati con ingredienti biologici. “L’Artigiano in Fiera” si confermerà crocevia di stili e tendenze grazie alle tre aree tematiche. Abitare la Casa è lo spazio esclusivo dedicato all’arredamento, situato nel padiglione n. 4. Moda & Design è lo spazio delle sfilate di moda, start up innovative e tanto altro ancora nel progetto dedicato al fashion, alla sartoria artigianale e ai giovani talenti.  Passione creativa conclude le sorprese con gli operatori dell’hobbistica e delle arti manuali,i professionisti e gli esperti del settore che  daranno sfogo, nel padiglione n. 6, alla propria creatività.