All’evento coworking, il modello lavorativo made in USA, presso Cascina La Salette si parla di medicina anticipativa.

È la soluzione ideale per i lavoratori autonomi che sono alla ricerca di un luogo dove poter svolgere le proprie attività quotidiane. Coworking diventa così sinonimo di ritrovo per un gruppo variegato di professionisti autonomi. L’aspetto interessante del coworking è che condividere uno spazio di lavoro significa anche essere interessati a sviluppare nuove sinergie ed opportunità in modo creativo. Come ricordava il presidente Kennedy, infatti

Scritta in cinese la parola crisi è composta di due caratteri. Uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità.

Crisi è, forse, la parola più utilizzata per descrivere i nostri tempi e cambiamento è la diretta conseguenza di questo fenomeno. Così molti professionisti sono chiamati a reinventarsi per riuscire a trasformare la minaccia di questo periodo storico in una vera e propria occasione. Il confronto con altre realtà che ha luogo in un contesto di coworking può essere lo spunto e lo stimolo per scoprire nuove strade percorribili. Ecco perché, in un periodo in cui il lavoro bisogna crearselo, sembra inutile dire quanto il coworking tra professionisti con background diverso ma di livello possa rappresentare l’arma vincente.

È per questa ragione che professionisti del mondo della medicina, ma anche giornalisti ed imprenditori si sono dati appuntamento per un momento di confronto sulla medicina anticipativa presso l’esclusiva ed elegante cascina di Verderio La Salette dove relax, pace e bellezza si fondono in un’unica struttura.

La Cascina, a pochi chilometri da Milano, è concept ideale per chi desidera conoscersi a fondo e migliorare il proprio stile di vita. Quest’oasi, nella verdeggiante Brianza, racchiude in sé tre anime e tutte di eccellenza: residenza, clinica di medicina “anticipativa” e ristorante curato e selezionato per il benessere. Nella Clinic, rigore scientifico ed innovazione tecnologica supportano i medici qualificati che hanno accompagnato gli ospiti in un percorso di cura della persona cucito su misura. La Vasca neologica e la Crioterapia sistemica sono, infatti, il fiore all’occhiello della struttura. A riguardo la parola agli esperti:

Gli ospiti sono stati intrattenuti, poi, dalle prelibatezze gastronomiche del ristorante de La Salette diretto dallo chef Marco Bucceri. La sua è una cucina creativa capace di coniugare la tradizione con l’innovazione attraverso sapienti rivisitazioni e la riscoperta dei prodotti locali.

Nel pomeriggio di questa giornata dedicata al benessere, hanno presentato i loro trattamenti anche gli specialisti del centro medico ed estetico Vitaé di Milano, selezionando quelli più idonei per ciascun ospite tra il loro vasto assortimento. Nuovi servizi antiaging per il benessere e la salute estetica, trattamenti per il viso e il corpo studiati da un team medico-estetico con decennale esperienza a cui si aggiunge il nuovo team dedicato alla chirurgia plastica con nomi di fama internazionale.

Rieccheggia così il monito latino mens sana in corpore sano anche per i businessman e i loro incontri.