close
 Legnetti o sculture di Mare?

 Legnetti o sculture di Mare?

Sculture di mare
Sculture di mare
Sculture di mare
Sculture di mare
Sculture di mare

Le opere di Enrico Menegatti sul litorale di Volano.

Una splendida passeggiata sulle tracce dei daini nella pineta di Volano nel territorio di Comacchio in provincia di Ferrara, si è trasformata in una sorpresa inaspettata. Mi è successo durante un’escursione improvvisata per inaugurare il primo giorno del 2016, alla ricerca di uno spicchio di sole che scaldasse il rigore invernale. Tutto ha avuto inizio con una camminata nel bosco della riserva naturale di Volano nel  parco della Mesola, un’oasi boschiva non lontana dal lago salato delle Nazioni e da spiaggia Romea, dove chi è fortunato può fare l’incontro con gli splendidi esemplari dei cavalli di  razza Delta-Camargue. Uscendo dalla pineta – che ospita intere famiglie di daini – si approda ad un tratto di litorale che pare sospeso tra mare e cielo. I daini si sono concessi. Ma solo per un attimo. Un incontro fugace punteggiato di brevissimi istanti. Un incrocio di intensi e silenziosi sguardi. Interminabile immobilità assoluta. Poi  la famigliola- abbigliata con il brunito manto invernale- si è dileguata nel buio di una radura. Abbiamo provato troppo rispetto per disturbarli, e con la certezza che non sarebbe servito provare ad inseguirli li abbiamo salutati. E così la decisione di uscire verso il sole, a cercare il respiro del mare. Abbiamo camminato verso la spiaggia. In silenzio con l’emozione di quell’incontro inaspettato. Percorrevamo un  cordone di sabbia – ove il profumo del bosco si univa al salmastro del mare- quando si è spalancato davanti agli occhi lo spettacolo di una nuova  sorpresa. Una forma si ergeva all’orizzonte: quella di un delfino composto da legnetti e bastoni. Una scultura – realizzata da una mano gentile – che ha composto la forma seguendo il disegno dell’animale con tanti pezzi di legno come a comporre un puzzle. Lo sguardo è sceso verso l’arenile ove balzava agli occhi  una nuova  forma: quella di uno squalo incagliato in una rete. E ancora un’altra scultura a forma di zanzara, e di cavallo, e poi una giraffa, un toro, persino un dinosauro.  Più avanti poi…il volto sofferente di un Cristo sul legno della croce. Rapita ed incuriosita,  ero  intenta a scattare foto quando  si è avvicinata una figura silenziosa, che mi ha sorriso mentre osservavo le “sculture di mare”. Ho detto che le trovavo bellissime e gli ho chiesto se per caso ne conoscesse l’autore. Lui mi ha risposto che ce l’avevo davanti agli occhi. Poche battute per scoprire che si chiama Enrico Menegatti ed  è vincitore del premio “Arte” Mondadori nel 2000.  L’autore delle sculture, esprime la sua personale ricerca artistica utilizzando “materiale di riciclo”. Straordinario l’impatto emotivo di una galleria a cielo aperto. Menegatti, nonostante abbia ricevuto richieste di acquisto ed esposto  in contesti artistici, mi ha motivato  la sua preferenza di mantenere le opere nel luogo dove sono state create… una galleria artistica  in riva al mare.

E come per magia, quei legnetti che ad un primo sguardo  appaiono rifiuti del mare, ricomposti e assemblati sembrano animarsi e riprendere  vita! Un concetto ben espresso dalla poetica dell’artista…..

“Quante ne ho passate, nemmeno tu lo puoi immaginare.

Fulmini, saette, un grande temporale…un viaggio lungo lungo sul grande fiume in piena…poi l’incontro con il mare in una notte fredda senza luna.

Solo, sperduto ed in balia della corrente sono finito  su una spiaggia triste, senza niente. Poi una tempesta in mezzo al mare che ingrossa le ondee con la forza del vento  sopra questi scogli mi fa arrivare. Freddo, caldo, sole, pioggia e vento…quanto  tempo qui ho passato…mi sentivo senza speranze…ormai abbandonato.

Ma un bel giorno sono stato notato…qualcuno mi ha raccolto…mi ha guardato e proprio qui davanti ai tuoi occhi mi ha “collocato” !!!

Oggi sono finalmente in festa e felice di emozionare.

Eppure sono sempre quel minuscolo  pezzo di legno che un brutto giorno è finito dentro al mare.

Adesso però mi sento importante, da tanti apprezzato e e considerato. Oggi mi sento Amato!

Spero che anche a te sia riservato uno sguardo speciale e per quanto possa, capace di riempire, cambiare la tua vita reale!”

                                                                          Un piccolo legno di mare

sculture di mare
sculture di mare
sculture di mare
sculture di mare

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta
Capodanno tradizioni da tutto il mondo

Ogni Capodanno è paese

People's Choice Awards 2016

People’s Choice Awards 2016