close
Agenzia H24: il futuro della comunicazione

Agenzia H24: il futuro della comunicazione

 

Alla Business School de Il Sole 24 ore17° Master in Comunicazione e Media Digitali,  l’agenzia “H24” lavora sul futuro della comunicazione

Business School de Il Sole 24 ore. 17° Master in Comunicazione e Media digitali. Sono le nove quando entriamo in classe  dove ad attenderci è un gruppo di 40 ragazzi pronti a confrontarsi sull’evoluzione dei linguaggi e del marketing. Appena  entrati in classe l’atmosfera è di quelle che sprigionano aria  vivace, frizzante e creativa. Susanna Messaggio, docente del corso,  coadiuvata da Piero Feltrinelli web Consultant, dopo aver spiegato, nei capitoli precedenti  che cosa sia un ufficio stampa e come sia evoluto l’ufficio stampa negli ultimi anni,  che cosa sia  un’agenzia di marketing digitale, e che cosa voglia dire fare pubbliche relazioni,  ha proposto agli studenti un’esercitazione pratica: trasformarsi in una vera agenzia di comunicazione in grado di elaborare un vero progetto di comunicazione. Gli studenti hanno scelto il nome dell’agenzia “H24”  ed hanno potuto seguire quattro testimonianze aziendali di successo sulle quali i ragazzi hanno elaborato i loro progetti di comunicazione.

Il primo caso esposto ai ragazzi è quello di Cosmofarma Exhibition, l’evento leader per il mondo della farmacia a livello europeo nell’ambito dell’Health Care, del Beauty Care e di tutti i servizi legati al mondo della farmacia, con oltre 70 convegni. A presentare Il modello Cosmofarma e Cosmoprof l’amministratore delegato di Sogecos Dino Tavazzi che ha illustrato i numeri della manifestazione. I ragazzi hanno poi potuto mettersi alla prova e sperimentarsi anche nell’imparare a fare interviste; e si sono mostrati all’altezza del compito.

La seconda testimonianza aziendale è stata quella di Bioscalin; un brand del colosso farmaceutico Giuliani specializzato nella cura e nella salute dei capelli e che quest’anno festeggerà i 25 anni . Laura Vaghi e Marco Alfieri entrambi brand manager Bioscalin hanno relazionato sulla storia di una linea di prodotto  leader di mercato. Bioscalin da oltre 20 anni è sinonimo di soluzioni di qualità ed efficaci per la cura e la salute dei capelli, che fanno del brand  la linea più usata e conosciuta in Farmacia e parafarmacia.

Sara Camilletti Brand manager di Zendium ha poi relazionato sulla Multinazionale Unilever, top player nel campo dell’oral care ed innovazione che ha presentato il caso Zendium. Unilever ha allargato il portafoglio prodotti introducendo anche in Italia un nuovo brand del comparto expert dell’oral care. Si tratta di Zendium, dentrificio che, grazie alla sua formulazione speciale, sfrutta le proprietà di enzimi e proteine per rafforzare le difese naturali della bocca.

I ragazzi si sono divisi in gruppo ed hanno  prodotto elaborati su richiesta delle varie aziende, matchando nuovi canali e nuovi linguaggi alle nuove richieste di mercato. Hanno inoltre lavorato sul concetto di innovazione di prodotto con la testimonianza dell’azienda Phil Pharma di Ferrara ed il caso Skin Up. Sembra uno smartphone, ma è un dispositivo elettronico anti aging che  appena si apre regala un soffio di vapore, ricco di attivi anti-aging in grado di ripristinare immediatamente il fattore idratante cutaneo. La tecnologia di Skin up che consente di atomizzare le particelle di acido ialuronico è stata progettata da Filippo Ferrari, un giovane Italiano di 27 anni. Ottimo il lavoro svolto da tutti. Impegno entusiasmo e voglia di fare ed ora le aziende stanno valutando gli elaborati.

 “Il miglior modo per predire il futuro è crearlo” Peter Drucker

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta
Le tecnologie dello spazio per l'agricoltura

LE TECNOLOGIE DELLO SPAZIO AL SERVIZIO DELL’ AGRICOLTURA.

Un coach ad alta quota per un ritiro nel benessere.