close
Il Parco Sigurtà..tra i più belli d’Europa

Il Parco Sigurtà..tra i più belli d’Europa

asinello
Parco Sigurtà

Alla scoperta del parco Sigurtà: “il Parco più bello d’Italia”  secondo l’European Garden Award

Con l’arrivo della tanta agognata bella stagione si sente il desiderio di sfuggire alla frenetica vita cittadina e di fare qualcosa di unico, diverso e speciale per stare a contatto con la natura e con la bellezza che lei sola è capace di regalarci.  Sulle sponde del placido Mincio, si dipana  l’incantevole parco giardino Sigurtà, meta ideale per famiglie, giovani e bambini di tutte l’età. Le origini del parco risalgono al 1417, quando era solo un brolo circondato da mura, ovvero un appezzamento di terreno ad uso agricolo. Si deve a Giuseppe Carlo Sigurtà il merito di aver dato  nuova vita al territorio riqualificandolo ed aprendolo al pubblico nel 1978.

Nel 2013 il parco ha vinto il premio “Il Parco più bello d’Italia” e nel 2015 è stato premiato dall’European Garden Award come secondo parco più bello d’Europa.

I punti d’interesse che il giardino può offrire sono tantissimi, ben sessanta ettari di verde tutti da esplorare. Attraversando il pittoresco viale delle aiuole fiorite, in cui si possono ammirare centinaia di specie vegetali  stupende e stranissime piante cremisi, si giunge al grande tappeto erboso, meta ideale per una sosta o per un Pic-nic all’ombra di alberi secolari, dove i piccoli possono fare i loro primi passi, correre e giocare all’aria aperta in un prato che si staglia fino all’orizzonte. Dopo aver ammirato il suggestivo laghetto fiorito con il suo romantico ponte ci si può avventurare alla scoperta della fattoria didattica del parco, luogo in cui grandi e piccini possono osservare da vicino asinelli, pecore, galline, anatroccoli e tacchini. Da non perdere assolutamente il romantico viale delle rose, che per un chilometro regala un panorama unico e suggestivo conducendo il visitatore al misterioso labirinto in cui solo i più coraggiosi avranno l’ardire di addentrarsi. Straordinari i giardini acquatici con le loro splendide ninfee, come usciti da un sogno da cui non ci si vuole svegliare.Da qui si può poi raggiungere la possente e mistica grande quercia, dimora della simpatica mascotte del Parco, lo scoiattolo Tà.

Sono solo alcune delle attrazioni che questo immenso paradiso naturale offre. Per chi teme di dover camminare troppo il parco offre molte opportunità, tra cui la possibilità di accedervi in  bicicletta ( che si può anche noleggiare sul posto), un simpatico trenino per un tour panoramico senza soste, fino al noleggio di un Golf Cart privato dotato di navigatore integrato.

Diversi sono anche i punti di ristoro in cui potersi rifocillare durante questa particolare avventura tra fiori e colori.
Qualche consiglio: meglio optare per una visita infrasettimanale per evitare difficoltà nel trovare parcheggio e spiacevoli code presso i punti di ristoro. Per chi opta per il week-end è suggerito un pranzo al sacco e una bella scorta d’acqua.
Buon divertimento!

Latte Art

Latte art: un mix di estro e fantasia tutto da gustare

Ponte del 2 giugno Umbria Piani di castelluccio

Ponte del 2 giugno: ai Piani di Castelluccio in fiore