Le best practice di Expo Village? “Un lavoro bellissimo” così Diana Bracco presidente di Expo MIlano 2015 alla presentazione del volume

“Expo è stata un’occasione storica di incontro tra gli uomini,  di confronto e di dialogo tra popoli diversi. Un’opportunità eccezionale di relazione tra paesi  che hanno riflettuto sul problema dell’alimentazione nelle sue varie forme.” Così ha esordito Diana Bracco, presidente di Expo Milano 2015 e commissario generale per il Padiglione Italia, poco prima di presentare  il libro ‘Expo Village’ presso la Fondazione Bracco di Milano. “Essere qui per me è una rimpatriata –ha proseguito Diana Bracco – anticipando i contenuti del libro”.  “Il Volume -Il passaggio da non-luogo a comunità-  che ho letto in anteprima, è un lavoro bellissimo. La Fondazione del Collegio delle Università Milanesi ha creato una piattaforma multiculturale, l’occasione di riunire tante delegazioni e abitudini diverse”. Il libro, curato dal sociologo Nadio Delai, racconta infatti  l’esperienza di residenzialità multiculturale organizzata dal Collegio delle Università milanesi nel villaggio di Expo. Expo Village è stata per l’appunto la casa delle Delegazioni Partecipanti ad Expo Milano2015.  Un villaggio di7 grattacieli e –contestualmente- un innovativo progetto multiculturale ove  hanno convissuto più di 5.000 persone provenienti da 130 Paesi. La gestione del progetto, è stata  affidata alla Fondazione Collegio delle Università Milanesi. Il presidente della Fondazione Salavatore Carrubba ha spiegato ai presenti come sia stato  possibile -in dieci mesi-   far uscire Expo Village da una condizione iniziale di “non-luogo” per entrare in una dimensione di  “quasi-comunità. Il termine francesce “non lieu” fu introdotto dall’etno – antropologo francese  Marc Augè nel 1992. Un’Agora poliedrica fatta di incroci di culture, nella quale i protagonisti hanno misurato le tappe di una missione difficile ma fondamentale: godere una italian experience, basata su un’accoglienza internazionale, in grado di alimentare l’immagine positiva del nostro Paese e la nostalgia di un’esperienza umana e professionale; questa la sintesi della relazione del direttore della Fondazione Stefano Blanco. Hanno poi preso la parola i rappresentanti di alcune delle delegazione partecipanti, raccontando la propria personale esperienza.

 

 

Ieri alla presentazione,  oltre alla presidente Diana Bracco,  anche Bruno Pasquino Commissario Generale di Expo, l’assessore regionale Francesca Brianza e  rappresentanti del mondo imprenditoriale ed economico come Matteo Lasagna Presidente di Confagricoltura Lombardia, Anna Toso, direttore Generale di Giuliani.