close
“SOGNO” DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE A FERRARA TRA GIOVANI E BANDIERE

“SOGNO” DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE A FERRARA TRA GIOVANI E BANDIERE

Campionati Nazionale sbandieratori
Campionati Nazionale sbandieratori

4000 persone a Ferrara per i Campionati Nazionali delle Bandiere under 15 dal 24 al 26 Giugno

A turisti, ospiti e cittadini che hanno visitato Ferrara questo weekend il concetto è parso ben chiaro: l’attività sportiva praticata dai 900 atleti under 15, che si sono esibiti nelle coreografie dei Campionati Nazionali Giovanili delle Bandiere,  non è parsa un semplice passatempo, ma un’opportunità di crescita. Tre giorni di gare spettacolari,  esibizioni coreografiche  hanno colorato Ferrara restituendo il senso ultimo dell’Antico Giuoco delle Bandiere, nella spettacolare Piazza Municipale della città Patrimonio dell’Unesco.

Sarà per questo che appare di  secondaria importanza la classifica dei vincitori ( le classifiche e premiazioni sulla pagina Facebook di EsTv Canale ufficiale dell’Ente Palio) perché in questo weekend a Ferrara hanno vinto tutti. Sul podio certamente gli atleti. Tutti. I 900 ragazzi  che sono partiti da ogni Regione d’Italia…centinaia di km  per giocarsi in  cinque minuti il frutto del lavoro di un anno intero. Hanno vinto genitori ed allenatori, un patto educativo che ha dato valore al tempo speso ad  accompagnare i ragazzi alle prove. Ha vinto L’Ente Palio di Ferrara e la Fisb che – con il loro esercito di volontari, follower ed appassionati- si impegnano  365 giorni all’anno per dare valore all’ attività sportiva che  ha messo al centro la vita dei ragazzi. Ha vinto il Comune di Ferrara che  -investendo nei grandi eventi- ha valorizzato immagine e marketing urbano e turistico  di una città che rappresenta  una bomboniera di  Cultura, Storia ed Arte Medievale e Rinascimentale.

Lo sport è attività educativa per eccellenza,  permette di raggiungere la maturità con entusiasmo e rispettando le regole, insegna  lo spirito di gruppo, costruisce la semantica di “lealtà”, “squadra” “coesione”. Concetti richiamati anche dal presidente dell’Ente Palio Alessandro Fortini.  I  ragazzi hanno bisogno di attività ludica, come priorità assoluta per imparare il gioco della vita- la sottolineatura centrale nel discorso dell’Assessore Aldo Modonesi-.  Lo sport insegna  che la vittoria fa parte della vita come la sconfitta, e che più del risultato conta il modo in cui lo si raggiunge. (Nella gallery alcuni dei momenti della manifestazione).

Se lo sport è  sano, non  malato di competizione e di protagonismo il “buon risultato” si ottiene nel saper affrontare criticità, caldo, freddo e fatica, non nello schivarle, nel lottare e nel non arrendersi, di non rinunciare al primo inciampo o sconfitta, anzi, di trarne insegnamento. A Ferrara dal 24 al 26 Giugno questo “valore” è andato in scena tra i colori delle coreografie delle bandiere. Non è mancato l’obiettivo “solidarietà”. Raccolti fondi per l’ospedale pediatrico di Asti grazie alla vendita del volume “Pensieri oltre la linea”  firmato del giornalista Ferrarese- amico del Palio-  Marco Malossi.

Educare: educare = venire fuori, tirar fuori

Educare vuol dire aiutare l’altro a venire fuori, a manifestarsi, a realizzarsi secondo le proprie  potenzialità

Ed infine -per una notte ed un weekend- a tutti questi ragazzi è stato offerto un sogno:  la possibilità di giocarsela, migliorarsi, di vivere la vita con un senso. Un obiettivo. Da brivido anche  l’esibizione del giovane tenore Ludovico Creti, che sulle note dell’inno di Mameli ha concluso la cerimonia d’apertura.

Il sogno non è il territorio dell’impossibile, ma il territorio del lecito.

Cultura e  sport sono forti motivatori, generano una tensione interna che spinge al movimento:   è attraverso loro che si nutre in maniera coinvolgente la vita, il pensiero, le relazioni,  l’emotività.

Appuntamento con la trasmissione Lifeness su Sky , Canale 810 Ora Tv Living l’11 Luglio alle 22.30 per rivivere l’emozione dei Campionati Nazionale delle Bandiere a Ferrara.

 

(Un ringraziamento ad Antonio Vaianella ed Alessandro Castaldi per il servizio  fotografico, grazie per la collaborazione a Gabriele Mantovani e Daniele Malossi, ed un grazie particolare a Marco Malossi che  è anche mio amico).  

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

Pittoreschi paesaggi sulle coste di Imperia

Pooh: L’ultima notte insieme per celebrare 50 anni di successi