close
Semi di lino: elisir di lunga vita e bellezza

Semi di lino: elisir di lunga vita e bellezza

Un piccolo alleato dalle immense potenzialità

Il lino (Linum usitatissimum) è una pianta erbacea annuale che può sia crescere spontaneamente che essere coltivata, come già avevano imparato a fare Egizi, Ebrei e Fenici per ricavarne preziose fibre tessili.

Principalmente conosciuto per le benefiche proprietà emollienti e protettive adatte per la cura dei capelli, è in realtà utilissimo anche contro infiammazioni interne ed esterne, a livello epidermico.

Ma cosa li rende così preziosi per la nostra salute?

L’elevato contenuto di minerali, di acidi grassi polinsaturi – capostipiti degli Omega 3 e Omega 6 – ma soprattutto la presenza di mucillagini

L’assunzione di semi di lino migliora le capacità digestive, ed il loro consumo è indicato durante la menopausa per prevenire l’osteoporosi ed altre patologie alle ossa, al cuore e all’apparato digerente. Assumerli regolarmente è di aiuto contro la stitichezza e la cistite – grazie all’azione emolliente a beneficio dell’intestino e dell’apparato urinario – e fornisce proteine, vitamine del gruppo B e sali minerali come il fosforo, il magnesio, il rame ed il manganese. Sono inoltre ricchi di elementi nutritivi in grado di proteggere e depurare l’organismo, rinforzare il sistema immunitario e prevenire il tumore al seno, alla prostata e al colon.

Tornando alla testa, la parte più affascinante del nostro corpo, consiglio questo semplice ed efficace impacco per capelli, che li lascerà morbidi e rigenerati!

In un pentolino ho fatto bollire due cucchiai di semi di lino in 200 ml di acqua, ho aggiunto poi 6 gocce di olio essenziale di ylang ylang, ma potete utilizzare la vostra fragranza preferita; per i capelli sono particolarmente indicate lavanda, rosmarino e camomilla.

Ho lasciato riposare il tutto per circa 12 ore, in seguito ho filtrato ed utilizzato il composto per l’impacco. I tempi di posa possono variare da mezz’ora ad un’ora, risciacquate poi con abbondante acqua, procedendo con uno shampoo delicato.

Vediamo ora come utilizzare questo prezioso alleato in cucina:

la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana consiglia di

assumere 1 o 2 porzioni di alimenti che contengano omega 3 ogni giorno per assicurare al nostro organismo il quantitativo corretto di acidi grassi essenziali

Per beneficiare di questi elementi è necessario consumare i semi tritati e crudi, poiché il calore e la cottura ne alterano le proprietà, è consigliabile quindi frantumarli con l’aiuto di un mortaio. Come la maggior parte dei semi oleosi, essi sono perfetti per arricchire insalate o muesli. possono inoltre essere aggiunti a piacere al pane e agli impasti salati (pizza, focacce), alle insalate e agli impasti dolci. La farina che da essi si ottiene è molto impiegata nella cucina vegetariana e vegana, sia per le virtù nutrizionali, sia per alcune caratteristiche tecniche: le ottime proprietà emulsionanti dei semi di lino polverizzati finemente, li rendono infatti un ottimo sostituto delle uova.

“La bellezza salverà il mondo”

Non ci resta altro da fare che partecipare attivamente, sfruttando i semplici ma preziosi alleati che la natura ci offre!

 

 

 

Cena in bianco 2016

David Bowie in mostra