close
“Mille” motivi per innamorarsi della costa Ligure

“Mille” motivi per innamorarsi della costa Ligure

30 agosto 2016Nervi

Sfumature, colori e sapori di Nervi

C’era una volta una terra, articolata e difficile da domare, con un litorale imbizzarrito e selvaggio, arroccato attorno ad  grande porto internazionale. Su questo litorale riecheggiano suggestivi echi di storia immortalati dal celebre  scoglio dal quale Giuseppe Garibaldi partì per  la celebre spedizione dei Mille la notte del 5 maggio 1860. Stele l'impresa dei Mille

Stele l'impresa dei MillePer chi come me  da sempre trova irresistibili le  atmosfere di navi e di porti, la storia dell’Eroe dei due Mondi è sempre stata seduttiva. Rivoluzionario, condottiero militare, politico, agricoltore, tombeur de femmes, Giuseppe Garibaldi è sempre  stato  innanzitutto un Uomo di Mare, di questo mare, che lo ha visto arrivare, sbarcare, prendere le armi e ripartire portando nel cuore e sulle labbra una sola idea: quella della libertà. Situato sul litorale davanti alla strada Aurelia, lo scoglio si trova nel caratteristico quartiere genovese di Quarto. Da qui, il 5 maggio 1860, con i due piroscafi “Piemonte” e “Lombardo”, Giuseppe Garibaldi partì alla testa della spedizione dei Mille diretta alla volta della Sicilia per cambiare le sorti dell’Italia. A ricordare l’impresa, oggi si erge una stele e una lapide commemorativa.Se mille furono gli impavidi e indomiti condottieri, mille sono le sfumature del litorale ligure all’altezza di Nervi,  dove una promenade -sospesa tra cielo e mare- al tramonto regala un acquerello di rara bellezza.

Nervi al tramontoLa passeggiata di Anita Garibaldi ha origine da un antico sentiero che, a partire dal 1823 veniva utilizzato dai pescatori e dai contadini della zona per raggiungere i luoghi di pesca o i terreni agricoli allora confinanti con il mare. Il suggestivo paesaggio è fornito soprattutto dalla rocciosa e frastagliata costa e dal panorama sul  promontorio di Portofino, che assieme a Susanna Messaggio ho percorso in uno scenario fiabesco, incontrando e conoscendo  gli abitanti del posto.

Silvia e BrunellaSusanna Messaggio ed Elisa Stefanati sulla Promenade di Nervi

 

NerviWP_20160824_024

 

 

 

Mille sono anche i sapori di una gastronomia della quale ci si innamora al primo sguardo, pardon “morso”. I profumi di Focaccia,  pasta al pesto e delle torte salate riempiono i carrugi  a  tutte le ore del giorno. Sapori impossibili da dimenticare. Percorrendo la Promenade,  alla Gelateria “Da Brunella” ho gustato una granita siciliana a dir poco “poetica”…  di siciliano non aveva solo il nome ma anche l’arte interpretata  dai proprietari che hanno saputo così ben valorizzare i loro natali. Un punto di ritrovo non solo per gli abitanti,   ma anche per turisti e villeggianti. Peccato- dicono molti cittadini incontrati sul posto- che esercenti e locali  si sentano abbandonati dalle amministrazioni, in quel necessario ed importantissimo processo di valorizzazione di un litorale che manca di spazi di balneazione adeguati e che ha ampie aree abbandonate, strutture fatiscenti,  usurate e degradate.

In un cena sublime, i sapori del mare sono stati poi elaborati ed interpretati dallo Chef Luc Gusteau (visitate la pagina Facebook Le ricette di Luc Gusteau) : vellutata di ceci con gamberoni avvolti in pancetta croccante, risotto al mojito con gamberoni, menta e lime e filetto di orata in crema di arance. Come tutti i grandi chef anche lui ha la sua citazione preferita, presa in prestito da Francois de la  Rochefoucauld “Mangiare è una necessità…mangiare intelligentemente è un’arte”. E i suoi risotti- come quello alla foglia d’oro- sono autentiche opere d’arte.

Le Ricette di Luc Gusteau

Le Ricette di Luc Gusteau

Le Ricette di Luc GusteauLo chef Luc Gusteau ed Ermanno Ratotti imprenditore de "Golosi di natura".

Per chiudere in dolcezza le creme di gelato della linea “Golosi di Natura”…. una prelibatezza che potrete assaggiare nelle gelaterie del centro storico di Genova dove preparano un Pistacchio Goloso così buono da lasciare senza parole, ma anche  amarena, fico e nocciola sono da capogiro…..e presto la catena dei nuovi “shop del gusto” approderà anche a Milano. Per togliermi ogni dubbio ho chiesto ad un amico -che ora vive a Genova per esigenze di lavoro- di indicarmi  uno scorcio di mare per uno scatto mozzafiato. Il mio amico Lu non ha avuto dubbi “ Boccadasse ti  toglierà il respiro”. Boccadasse è un antico borgo marinaro della città di Genova, che fa parte del quartiere di Albaro. Il borgo di Boccadasse, con le sue case dalle tinte pastello, addossate le une alle altre e strette attorno ad una baia che sembra una bomboniera,  si è conservato pressoché immutato nel tempo, come lo si sarebbe potuto vedere uno o due secoli fa, circostanza che ne ha fatto una delle più note attrattive turistiche genovesi. Se andate la mattina presto o all’imbrunire i colori sembrano usciti dalla tavoletta di un’artista……e quì si può ancora chiudere gli occhi e sognare…

boccadasse-genovaBoccadasse al tramontoGenova_Boccadasse

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

STREET FOOD

Il segreto del “BEN D’ESSERE”? Non la Felicità ma la Gioia che è coralità e condivisione