close
La bellezza sostenibile per una salute consapevole

La bellezza sostenibile per una salute consapevole

La sensibilità è l’abito più elegante e prezioso di cui l’intelligenza possa vestirsi.

Un dono che non tutti possidono. Il “sentire” è fatto di dettagli, d’indagine , di pensiero e  filosofia. Curiosa, osservo ogni cosa e traggo insegnamenti dal genere umano, dalla natura, dai comportamenti. Ho sentito tanto parlare di Lefay Resort & Spa, si trova in Italia sul Lago di Garda, e si tratta di un’oasi di benessere che -a Febbraio-  ha  vinto un ambito premio internazionale nel settore del wellness consegnato a Londra. Se tra le migliori Spa destination esiste il lago di Garda, grazie all’unicità dell’esperienza benessere olistico e all’approccio personalizzato, credo sia interessante provare quest’esperienza di benessere consapevole.  I brand Made in Italy sono per me importanti. La loro filosofia e il marketing che viene applicato per raggiungere gli obiettivi mi affascina. Infatti il Lefay punta sulla sostenibilità di alcune materie prime, e tale approccio si declina tanto nella preparazione dei piatti che nella scelta dei trattamenti.  La  SPA della struttura è la prima SPA organica ed ecologica in Italia, sorge a Gargnano, nel cuore della riviera dei Limoni e si estende in un parco naturale di 11 ettari -tra colline e terrazze naturali- ricche di ulivi e boschi. Il design essenziale e integrato nel territorio, con tecnologie in grado di ridurre il consumo energetico e le emissioni, rendono questo luogo magico e ricco di profumi naturali. L’ambiente è importante, perché la vista vuole la sua parte, ma la filosofia e il tipo di trattamenti che fondono la medicina cinese con la medicina occidentale , trova in Lefay la garanzia di successo ed un esempio intelligente di recupero del territorio. Un connubio antico che si fonde nella Teoria dello Yin e dello Yang, ma rivisto per una cultura occidentale, trova tecniche curiose ed innovative per il benessere. Il corpo umano è un cosmo in miniatura, una replica del cosmo più “ grande” detto Natura. In essa c’è un ordine, un principio, un flusso costante, in accordo con il nostro mondo che è un continuo divenire. Per la medicina cinese i nostri corpi sono un tutt’uno con la Terra non sono due entità separate. Il significato della vita si basa sullo Yin e sullo Yang , la nostra parte femminile e maschile e la filosofia si basa sull’ascolto del corpo e sul fluire delle energie che devono sempre avere un loro asse di equilibrio. Il corpo se non è in asse con l’energia, si ammala e ci “parla”, attraverso dei sintomi. Ecco perché Lefay propone l’ascolto con una visita medica specializzata e con la sapiente ed antica “ agopuntura” cinese. Rivista per la cultura occidentale. Fin dai tempi antichi, i due poli archetipi della natura furono rappresentati tra la luce e l’ombra, il rigido e il flessibile, il sopra o il sotto. Yang è il potere creativo, maschile, forte, Yin , il potere femminile e materno, buio ma ricettivo, accogliente. Yin la mente femminile complessa, ma intuitiva, Yang lucida e razionale. I due elementi non possono vivere l’uno senza l’altra e viceversa. Ed è la storia d’amore più intensa, quando sanno stare insieme. Così per riequilibrare le energie, propongono l’agopuntura. La Medicina Cinese ( Mei Rong) affonda le sue radici nel 475-221 A.C, all’epoca dei Regni Combattenti, che si scontravano per la supremazia dell’antica Cina. L’agopuntura estetica era riservata solo alle concubine imperiali, e serviva per rallentare il processo di invecchiamento.  L’agopuntura si basa sul principio secondo cui il nostro flusso deve scorrere attraverso tutti i canali, provvedendo così all’armonia e all’equilibrio dell’organismo, secondo lo Yin, lo Yang e le sostanze che compongono l’uomo. Vengono utilizzati aghi di metallo applicati alle zone cutanee,  allo scopo di stimolare il corpo a recuperare il proprio equilibrio, destabilizzato da più fattori. Vengono poi applicati microelettrodi regolati da determinate frequenze e intensità elettriche a seconda del bisogno soggettivo. Il trattamento termina con un massaggio drenante fatto al contrario di come lo si percepisce nella medicina occidentale, viene usato il Gua Sha, un tipico strumento cinese ( una sorta di tessera) che -applicato sulle zone trattate degli agopunti di accumulo, permette il  fluire dei liquidi.  Il massaggio è molto energico, al contrario di quello occidentale. Il risultato di questo trattamento chiamato “ Fluire del ruscello” sembra far impazzire le signore di tutto il continente, tanto che una fermata al Lefay sembra sia necessaria, per imparare che noi esistiamo.

Susanna Messaggio

Susanna Messaggio

Editor in chief, Beyond PR
bimbiinfiera 2016

A Novegro, l’8 e 9 Ottobre torna Bimbinfiera

Due giorni di successo per Bimbinfiera 2016