close
Collegio di Milano: nuova struttura ricettiva e nuovi servizi

Collegio di Milano: nuova struttura ricettiva e nuovi servizi

L’architetto Fabrizio Schiaffonati si aggiudica il progetto

La Fondazione Collegio delle Università di Milano punta ad ampliare la struttura ricettiva del Collegio di Milano  e in questi giorni ha proceduto all’aggiudicazione del Concorso di architettura. L’obiettivo della Fondazione Collegio delle Università Milanesi è quello di ampliare il contesto ricettivo e quello dei servizi del Campus di merito conosciuto e riconosciuto anche a livello internazionale.  Il Bando in oggetto richiedeva una proposta di ampliamento e completamento dell’insediamento avviato all’inizio degli anni Settanta con la costruzione dell’importante edificio di Marco Zanuso. Un approccio ancora attuale, quello di Zanuso  e proiettato a una forte integrazione con lo spazio aperto e il contesto circostante, caratterizzato da una significativa presenza di verde urbano e da un tessuto edilizio di nuova espansione.

La Commissione, presieduta dal presidente della Fondazione Salvatore Carrubba,ha premiato il progetto del gruppo dell’architetto Fabrizio Schiaffonati. L’edificio proposto coniuga i criteri di elevata qualità architettonica con gli aspetti relativi alla sostenibilità ambientale, razionalizzando gli spazi distributivi e i servizi annessi ai 51 alloggi previsti per gli studenti.

L’insediamento del Collegio di Milano rappresenta un’architettura di eccellenza di Marco Zanuso, conservata e valorizzata dalla Fondazione- spiega l’architetto Schiaffonati– ed il progetto del gruppo di esperti e di giovani progettisti da me coordinato ha assunto il rapporto con le preesistenze ambientali e la valenza degli spazi aperti, come principio ordinatore della proposta. Il linguaggio architettonico coniuga gli aspetti funzionali di una struttura articolata e complessa, con coerenti valori espressivi”

Il progetto premiato si articola in quattro piani fuori terra: al piano terra con l’accesso e i servizi condivisi, e ai tre piani sovrastanti con gli alloggi e alcuni servizi di piano. Il linguaggio architettonico dell’edificio ambisce a confrontarsi con la qualità dell’impianto preesistente.

Il successo negli anni delle funzioni svolte dal Collegio ha reso urgente lampliamento delle strutture, volte a garantire agli studenti servizi di ospitalità e culturali di assoluta qualità. La procedura seguita e lesito del bando ribadisce limpegno del Collegio di Milano per la trasparenza e la tutela delloriginario intervento di Marco Zanuso che qualifica lintera area ha dichiarato il presidente della Fondazione Salvatore Carrubba.

 Attualmente il Collegio ospita 120 posti letto, a cui si  aggiungeranno ulteriori 53 unità grazie all’’edificio in costruzione ed ulteriori 51 del nuovo edificio proposto dall’Architetto Schiaffonati e collaboratori per un totale di 224 posti letto, un dettaglio non di poco conto se si considera l’ambizione della Fondazione Collegio  delle Università milanesi: attrarre i migliori studenti Italiani e stranieri garantendo una qualificata offerta formativa. Ed ora i nuovi spazi consentiranno di arricchire in chiave urbanistica e a rendere ancor più attiva e vitale l’intera area del Campus.

Luca Celeghin

Luca Celeghin

Editor e Young Account

Il Biologico per tutti, tra Etica e Benessere a 360°

Il sapore della prevenzione: a Ferrara i medici si tolgono il camice e indossano la divisa da chef