close
Pausa pranzo perfetta: la dieta giusta quando mangi fuori casa

Pausa pranzo perfetta: la dieta giusta quando mangi fuori casa

Il manuale di Samantha Biale  per imparare a nutrirsi correttamente ovunque ci si trovi

“Dimmi che pausa pranzo fai e ti dirò chi sei”

Dal mangiatore lento a quello vorace,  dall’abitudinario allo sperimentatore. Nell’era 2.0 anche la pausa pranzo rientra nella lista delle criticità perché mangiare è un’azione che dovrebbero compiere tutti.

“Alzi la mano chi non ha mai detto “non posso nutrirmi come vorrei perché mangio sempre fuori”

In effetti, il pranzo a casa è un lusso per pochi. Le alternative? La mensa aziendale, l’affollato bar davanti all’ufficio, la tavola calda o, per i più impegnati, la propria scrivania. Come scegliere tra un piatto piuttosto che un altro? Tra uno dei tanti panini e una fetta di pizza? E se c’è a disposizione solo il distributore automatico?

Samantha Biale , nutrizionista, diet coach e giornalista professionista ha firmato un volume pratico ed efficace dal titolo: per imparare a trasformare la pausa pranzo in un’abitudine salutistica, facendo pace con l’ago della bilancia e soprattutto senza rinunciare alla buona tavola.

Ecco la soluzione definitiva al problema: una guida facile che suggerisce cosa mangiare e cosa evitare, in ogni occasione. In pratica, sarà come avere una nutrizionista che vi segue ovunque e vi toglie sempre dall’impasse. Con, in più, tante ricette pensate per preparare una cena che può diventare anche un pranzo veloce da portare in ufficio.

L’autrice descrive 9 avventori tipici della pausa pranzo: “l’italiano doc; il mensaiolo felice; il paninaro; il settemila caffè; il mai senza pane; il solo proteine; il sempreverde; il sempre a dieta; il salta pranzo; certo ognuno ha le proprie preferenze ma l’abitudine peggiore- spiega la dottoressa Biale- è proprio saltare il pranzo. Quando saltare un pasto diventa un’abitudine accadono gravi squilibri. Si manda in tilt il metabolismo; ci si stanca più del normale e si perde efficienza sul lavoro; si rischia di ammalarsi più facilmente; si è molto più tentati dal cibo spazzatura; passa la voglia di muoversi; e alla lunga aumentano i rischi per la salute. Per mantenersi in forma, è bene mangiare poco, gli alimenti giusti per non appesantirsi  e spesso. E’ solo assumendo cibo più volte al giorno che potete mantenere “attivo” il metabolismo, a tutto vantaggio della linea e dell’umore.

A far quadrare i conti tra ingredienti, calorie e indice glicemico ci ha pensato Samantha Biale con il manuale dedicato alla dieta giusta quando si pranza fuori casa; mettendo in pratica i consigli che troverete pagina dopo pagina, imparerete a mangiare bene (e con gusto), sempre e in ogni occasione. Non solo in pausa pranzo. Perché mangiare è prima di tutto un piacere.

 

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

Icone di charme senza tempo

Farmacie innovative: il futuro è 2.0