close
MONDO GATTO: quando un micio cerca casa

MONDO GATTO: quando un micio cerca casa

23 gennaio 2017

Non è facile conquistare l’amicizia di un gatto. Vi concederà la sua amicizia se mostrerete di meritarne l’onore, ma non sarà mai il vostro schiavo.

T. Gautier

Nascosto tra le vie della grande e nebbiosa Milano, in una zona lontana dagli sfarzi e dalle meraviglie del centro storico, sorge mimetizzata tra anonimi muri di cemento una realtà calda e vitale che non ti aspetti di trovare, MONDO GATTO. Circolo Legambiente dal 1985, si occupa di contenere il randagismo felino direttamente sul territorio urbano.

Mondo gatto interviene sulle segnalazioni dei cittadini e delle istituzioni, cercando di togliere i gatti da situazioni di disagio ed abbandono, fornendo un servizio socialmente utile. I gatti provengono prevalentemente dalla Lombardia ma capita sovente, soprattutto nel periodo invernale, che il circolo, avendo ormai fama e visibilità, si muova in supporto di altre associazioni sparse su tutto il territorio Italiano.

Gli operatori dell’associazione si prendono cura dei mici e li consegnano alle famiglie affidatarie in buona stato di salute, sterilizzati, vaccinati e con libretto sanitario.

Il cuore pulsante di questo mondo, i cui fili sono mossi da amore e passione per gli amici felini, sono i volontari. Attualmente sono circa cinquanta gli uomini e le donne che dedicano gratuitamente il loro tempo all’associazione.

In passato l’attività di volontariato era prettamente femminile, oggi non si può ancora affermare che si sia raggiunta la parità ma si sta andando verso la giusta direzione, visto che attualmente circa il 30% degli operatori è maschio. Per quanto riguarda la composizione è molto variegata, abbiamo a che fare con anime molto diverse, da giovanissimi studenti (per poter collaborare bisogna avere almeno 18 anni) a pensionati. Un’esperienza che permette l’incontro tra generazioni differenti e lontane mediante la condivisone di valori e passioni comuni. Chi fosse interessato ad intraprendere  questa avventura potrà scrivere tramite mail, via FB o chiamare negli orari d’ufficio l’associazione (http://www.mondogatto.org/pages/contattaci). L’impegno minimo richiesto non è così gravoso e potrebbe essere un’opportunità interessante per tutti gli amici degli animali.

Il centro è aperto per le adozioni nei fine settimana e prevede un iter molto ben strutturato e consolidato. Gli operatori del centro conoscono la famiglia e in base alle caratteristiche della stessa ed alla loro esperienza propongono un micio con requisiti compatibili. Il circolo prevede successivamente un’ispezione in casa dei futuri affidatari per valutare la sicurezza degli spazi e fornire preziosi consigli, soprattutto a coloro i quali sono alla prima esperienza. Dove c’è burocrazia purtroppo, sono in molti a storcere il naso, in particolar modo quando viene negata l’adozione di un cucciolo o non viene dato un ampio ventaglio di scelta sul micio da accogliere. In molti ancora oggi preferiscono acquistare gattini direttamente nei negozi o provenienti da allevamenti, potendo scegliere senza alcun vincolo. Personalmente credo che chi ha semplicemente voglia di prendere con sé un micio possa accettare qualche restrizione in più sapendo di aver aiutato un gatto senza casa. Bisogna inoltre sfatare il mito che solo i cuccioli hanno un buon livello di adattamento, molte sono state le esperienze di gatti già adulti capaci di regalare amore e sorrisi ancora una volta, con sette vite non è mai troppo tardi per una seconda opportunità.

L’impegno e la grande sensibilizzazione che ha preso piede in questi anni sul territorio Italiano ha fatto sì che nell’ultimo anno siano state concluse circa 300 adozioni, con pochissimi fallimenti dovuti prevalentemente ad allergie non note o incompatibilità con animali già presenti nel gruppo familiare.

Nella presentazione fotografica in alto potete vedere solo alcuni dei mici in attesa di coccole, amore e di una nuova famiglia… non sono irresistibili?

Veniamo alle note dolenti… l’associazione di via Schievano deve lasciare l’attuale sede e non è facile per i volontari trovare un nuovo luogo adatto allo scopo accompagnato da un’equa richiesta economica. Chi potesse segnalare soluzioni interessanti di immobili o terreni nel territorio milanese o nei comuni limitrofi, raggiungibili con i mezzi può scrivere alla mail dedicata:

sosmondogatto@gmail.com

Senza una sede i 200 gatti che il centro ospita resteranno senza una struttura ed il lavoro di questi 30 anni rischia di rimanere solo un ricordo.

Si può essere utili anche semplicemente attraverso il passaparola!

In chiusura ringrazio di cuore Simona, operatrice di Mondo Gatto dal 1992, che ha contribuito con la sua esperienza a rendere questo articolo denso di contenuti e particolari ed ha inoltre curato l’adozione di Sky, un piccolo amico peloso che ha spiccato il volo verso una nuova casa, la mia!

Sangue del tuo sangue

Look-down generation: la generazione che guarda in basso. Fissa sul suo telefonino.