close
Raffreddore? Non ti temo più!

Raffreddore? Non ti temo più!

Ovvero: come dirgli “addio” con i rimedi naturali

Siamo nel bel mezzo della stagione invernale, e i sintomi da raffreddamento sono sempre in agguato… basta davvero poco per rischiare di non dormire più sonni tranquilli a causa di un naso che non lascia respirare liberamente!

Oltre che dai fastidiosi disturbi che già conosciamo, ovvero starnuti, naso chiuso e congestione alle vie nasali, il raffreddore può essere accompagnato da tosse e mal di gola, mal di testa, brividi di freddo, dolore ad articolazioni e ossa.

Come spesso ci siamo sentiti consigliare dalle nostre nonne, un ottimo rimedio possono essere  i suffumigi con olii essenziali balsamici. L’indicazione è di diluire qualche goccia di essenza in una pentola di acqua bollente e respirarne gli effluvi, sistemando un asciugamano sulla testa per evitare che si disperda il vapore.

Ma quali olii usare?

L’Eucalipto, con le sue proprietà antinfiammatorie e decongestionante, calma l’irritazione delle mucose e facilita  l’espulsione del muco. La Menta e il Timo hanno proprietà decongestionanti. Il Tea tree oil è un potente antisettico e antinfiammatorio, il Pino e il Rosmarino svolgono un’azione espettorante, il Mirto aiuta a decongestionare le vie respiratorie, mentre al Limone sono riconosciute proprietà antisettiche e antivirali. L’ Arancio amaro, infine, disinfetta, disinfiamma e ha un potere decongestionante.

Ma lo scettro spetta sicuramente al miglior alleato che la natura ci possa fornire per combattere i virus da raffreddamento: lo zenzero.

Una miniera di proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, questa pianta erbacea perenne originaria dell’India e della Malesia contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Lo zenzero, oltre che stimolante del sistema immunitario, funge da antibiotico naturale. Recenti studi hanno dimostrato la sua efficacia nell’alleviare il mal di testa, i dolori articolari e muscolari.

Per beneficiare delle sue innumerevoli proprietà, lo si può utilizzare per preparare delle tisane, oppure può essere utilizzato polverizzato da mescolare con un bicchiere di acqua calda, o ancora sotto forma di capsule, estratto liquido o secco da assumere secondo le modalità riportate sulla confezione.

Come fare la tisana allo zenzero

Per preparare una gustosa e salutare tisana allo zenzero si procede così: tagliate a fette sottili circa 10 gr di radice fresca, lasciatela bollire in acqua per 7/8 minuti, spegnete il fuoco e filtrate. Una volta preparata la tisana potete gustarla così com’è o aggiungere a piacere succo di limone, in grado di amplificare ulteriormente le proprietà antinfiammatorie e antisettiche di questo semplice ma potente infuso.

Dalla fitoterapia, invece, possiamo utilizzare vere e proprie erbe medicinali, che possono essere considerate antibiotici naturali.

L’ echinacea è una pianta adattogena che rinforza le difese immunitarie, ricca di vitamina C, funge da antivirale, antibatterico e antinfiammatorio naturale, anche a scopo preventivo. La Rosa canina, anch’essa ricca di vitamina C, è ideale in caso di infiammazioni da raffreddore. L’Eucalipto svolge una potente azione balsamica, lo si può trovare sotto forma di olio essenziale o estratto.

Provare per credere!

 

Mercato delle farmacie 2016: performances positive per gli integratori

“Merla” bagnata ..Merla fortunata?