close
Tanto tempo per pochi attimi

Tanto tempo per pochi attimi

16 gennaio 2017Cinema
Collateral Beauty

Collateral Beauty un film di David Frankel

Howard Inlet è un brillante e carismatico pubblicitario, fino a quando un tragico evento familiare non lo scaraventerà in un’oscura depressione. La vita per Howard diventa così inutile, priva di senso e di logicità, al pari del domino, un impegno immane per pochi attimi di magia. Nessuno, nemmeno i suoi migliori amici Whit, Claire e Simon riescono a salvarlo dal suo dolore. Anzi il male oscuro di Howard sembra voler trasformare in cenere tutto quello che lui aveva costruito, la sua società per cui perde ogni interesse ed i suoi amici che al lavoro hanno dedicato la loro vita. Ho letto recensioni contrastanti e opposte su questo film, per me David Frankel ha fatto un ottimo lavoro, emozionante e coinvolgente.

In  Collateral Beauty assistiamo ad una versione alternativa ed innovativa di A Christmas Carol di Charles Dickens, in cui i fantasmi di passato, presente e futuro sono sostituiti dagli elementi focali su cui scorre la nostra esistenza: il tempo, l’amore e la morte.

Il cast è composto da un vero e proprio raduno di star Holliwoodiane che tuttavia non riescono a brillare come ci si aspetterebbe. Particolarmente deludente l’interpretazione di Keira Knightley e dello stesso Will Smith convincente solo a tratti. Nonostante questo il film riesce comunque a toccare e lacerare il cuore nel profondo, per via delle scomode e strazianti realtà raccontate, tanto da non risparmiare ai più sensibili un fiume di lacrime. Mi trovo d’accordo con chi ritiene che il film non riesca a spiegare cosa sia effettivamente la citata Bellezza Collaterale, se non altro il tiepido finale agrodolce regala un po’ di magia e di speranza laddove c’era solo il vuoto.

 

La strana coppia: Conti e De Filippi al Festival di Sanremo

Sangue del tuo sangue