close
Cosa abbiamo imparato dalla Giornata Mondiale della Salute Orale

Cosa abbiamo imparato dalla Giornata Mondiale della Salute Orale

Tante le iniziative a favore della prevenzione e della corretta igiene orale

La coppia Andi ( Associazione Nazionale Dentisti Italiani) e Mentadent è scesa nuovamente in campo in occasione della Giornata Mondiale della Salute Orale, festeggiata il 20 marzo, con l’obiettivo primario di rafforzare la cultura della prevenzione orale nelle famiglie. Prevenzione è una parola chiave per il brand Unilever che da oltre 40 anni è partner di Andi nelle campagne educative e del mese della prevenzione. “Proseguiamo con costanza nella nostra mission perché c’è ancora tanto da fare – ha affermato Alessandro Simoni, Senior Marketing Manager Manager Unilever  –  dato che l’incidenza della carie nella popolazione infantile tra 0 e 4 anni è ancora fortemente in aumento e le famiglie italiane utilizzano in media lo spazzolino per un anno intero, non sapendo che  questo strumento andrebbe sostituito ogni tre mesi.

Andi e Mentadent, coadiuvati da Enpam (Ente nazionale di previdenza e assistenza dei medici e degli odontoiatri), hanno scelto proprio questa data per fornire un programma completo di indicazioni per una corretta educazione orale, cominciando a sfatare miti diffusi. Durante il simposio che si è tenuto ieri mattina a Roma, è stato presentato uno studio della FDI – World Dental Federation che annovera numerose credenze sull’igiene orale, che sono false e dannose. “Tra i comportamenti più diffusi frutto di false credenze  sulla salute orale – ha spiegato  Mauro Rocchetti vice presidente nazionale Andi  – c’è quello di lavarsi i denti subito dopo i pasti. Bisogna lavarsi i denti dopo aver mangiato, ma è bene attendere almeno 30 minuti prima di prendere in mano lo spazzolino,  per permettere al ph salivare – che di regola si innalza dopo il pasto – di scendere ed evitare così  l’erosione dello smalto dovuto allo spazzolamento”. Un altro accorgimento è quello di non risciacquare la bocca dal dentifricio con l’acqua, ma eliminare i residui lasciando agire al massimo il fluoro. È importante sapere – ha concluso Rocchetti –  che i succhi di frutta non sono meno dannosi delle bevande zuccherate: ciò che conta è il livello di zuccheri, elevato in entrambi gli esempi.

Per questa importante giornata, nella quale si sono concentrate iniziative in tutta Italia e in tutto il mondo, non poteva mancare il momento di formazione e sensibilizzazione rappresentato dal Farmatour dell’igiene orale di Unilever. La quarta tappa si è tenuta il 20 marzo presso la Farmacia Mazzini a Roma. Un momento d’incontro in cui dentisti, medici, giornalisti e cittadini sono stati accolti per proseguire le discussioni sui temi più importanti della giornata. Uno su tutti, sottolineato con importanza, è quello della cura dell’igiene orale per il benessere dell’organismo. Le parole del vicepresidente nazionale ANDI Aldo Nobili sono chiare: “Vi è una correlazione importante tra  la salute della bocca e l’organismo intero. Studi scientifici hanno messo in correlazione la parodontite con le malattie cardiovascolari, il diabete ed anche parti prematuri”.

Alle iniziative di sensibilizzazione hanno partecipato anche esponenti del mondo dello spettacolo come Veronica Maya e la psicopedagogista Susanna Messaggio.

 

 

Luca Celeghin

Luca Celeghin

Editor e Young Account
Notre dame de Paris

ESMERALDA E QUASIMODO NELLE SPIRE DI ANANKE

Nate per essere forti