close
Mille chilometri di solidarietà da Ferrara alle aree colpite dal sisma

Mille chilometri di solidarietà da Ferrara alle aree colpite dal sisma

7 aprile 2017

Un viaggio di mille chilometri per portare strumenti musicali ai bambini e prodotti alimentari alle popolazioni colpite dal recente sisma in centro Italia

L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo (Sofocle)

L’aforisma di Sofocle sembra aver percorso indenne i secoli -dall’Atene classica alla contemporaneità- per ispirare  una “missione” umanitaria che ha collegato la città di Ferrara alle frazioni di Caldarola ed Amatrice colpite dal sisma dell’Agosto 2016.

I protagonisti sono tre Club Ferraresi  Assonautica, Jazz Club e Officina Ferrarese, che hanno  deciso di devolvere la somma donata generosamente da Massimo Andalini, titolare dell’omonimo pastificio di Cento in provincia di Ferrara,  ad iniziative di solidarietà per le persone colpite dal recente sisma in Centro-Italia; la decisione era nata nell’ambito della 24° edizione del Memorial Mirto Govoni, la manifestazione che ogni anno premia una personalità di spicco del territorio Ferrarese.  Nel corso dei servizi svolti in quel territorio dal Nucleo Protezione Civile di Ferrara erano stati presi contatti con la dirigente dell’Istituto Comprensivo “Simone De Magistris” ospitato in una struttura di emergenza a Caldarola in provincia di Macerata, dopo che la sede originaria era stata gravemente danneggiata dal sisma. La dirigente, Dott.ssa Fabiola Scagnetti aveva avanzato richiesta di una tastiera elettrica ed una ventina di flauti destinati ai bambini della scuola  “Primaria”. A coronamento del desiderio di questi bambini, lunedì mattina è partito un mezzo del Nucleo Protezione Civile di Ferrara con a bordo un “esercito” di volontari che si sono resi disponibili per la consegna. La task force di solidarietà era condotta da Marcello Gumina, coordinatore regionale (A.N.C) e del socio Mario Martorello,  da Massimo Andalini titolare del pastificio,  da  Salvatore Amelio, noto artista di Cento che ha stretto  contatti con referenti scolastici locali per avviare future iniziative a carattere artistico-benefico, e da  Andrea Firrincieli in rappresentanza dei tre Club (Assonautica, Jazz Club ed Officina Ferrarese) promotori del Memorial Mirto Govoni.

Consegna degli strumenti musicali agli alunni di Caldarola

Un viaggio di mille chilometri  li ha portati prima a Caldarola (MC) dove sono stati accolti dal vice sindaco, Debora Speziani, dalla dirigente scolastica, Fabiola Scagnetti, dal maestro di musica Maurizio Maffezzoli e dai bambini della Primaria che, tra l’altro, saranno ospiti il prossimo 7 maggio a Cento (Fe)  in occasione di un concerto. Alla consegna degli strumenti musicali è subito seguita una “performance” di cori e canti dei bambini che compongono il coro “Vocinarmonia” e la lettura dei ringraziamenti scritti dai bimbi stessi. Poi il viaggio è proseguito percorrendo la strada impervia e dissestata a seguito del sisma che attraversa i due Parchi Nazionali “dei Monti Sibillini” e “del Gran Sasso” giungendo infine ad Amatrice in provincia di Rieti, attraversandone le frazioni completamente distrutte dal terremoto. Ad Amatrice il Consigliere Comunale Federico Capriotti e la consulente legale del comune Valeria Lettera hanno accompagnato la rappresentanza ferrarese all’area in cui sorgono le prime, ed uniche per ora, 25 casette S.A.E. (soluzione abitativa emergenza) dove Massimo Andalini, accompagnato dai soci dell’A.N.C. e dai carabinieri di Amatrice, ha consegnato agli alloggiati pacchi dono alimentari.

Consegna ad Amatrice: nella foto Andalini, Firrincieli, ed il consigliere comunale Capriotti
Consegna pacchi alimentari da parte di Massimo Andalini

L’ iniziativa ha sortito il plauso dei cittadini e dell’Amministrazione Comunale. Salvatore Amelio  ha stretto importanti relazioni con  Amministrazioni ed  Istituzioni dei due Comuni per sviluppare progettualità nel campo artistico con intenti benefici.”

 

 

 

 

 

 

La maturità inizia a manifestarsi quando sentiamo che è più grande la nostra preoccupazione per gli altri che non per noi stessi (Albert Einstein)

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

Malattie del cane: la salute viene educando

La Formazione fulcro gravitazionale delle attività di Cosmofarma