Un meraviglioso testo autobiografico di Cino Tortorella

Racconta la storia di Cino Tortorella , autore, regista, presentatore tv, giornalista, gastronomo. Un uomo molto creativo , nato da una madre giovanissima e vedova. In assenza di padre e con una sorella mancata a dieci anni in un orfanotrofio, ha incominciato la sua vita in salita. Racconta di sé e del difficile mestiere di essere genitore, forse il più difficile. E poi di un albero, dove anche l’amico, scrittore e pittore Dino Buzzati, andava a riposarsi e a meditare sul significato della vita e ci testimonia come la vita , la più cruda ,possa sempre riservare energia da trovare, soprattutto dentro di noi. Perché l’energia non muore, si trasforma. E lui dopo due interventi che l’hanno portato dall’altra parte della vita, nel corridoio di luce, ora che non è più in questa dimensione, ci lascia uno scritto che mostra la sua personalità e testimonia che non bisogna avere paura, ma forza , perché aldilà c’è la vita. C’è la luce. C’è la risposta all’esistenza. Un libro che fa riflettere e ci insegna che dobbiamo trovare sempre la nostra strada , il nostro equilibrio e le risposte sono già dentro di noi. Bisogna solo avere la sensibilità e l’accuratezza di saperle cercare. Ascoltandoci.