close
Per una vita “Sana” appuntamento a BolognaFiere

Per una vita “Sana” appuntamento a BolognaFiere

Luca Nava, Gianpiero Calzolari ed Antonio Bruzzone

Il mondo del Bio a Bologna dall’8 all’11 Settembre

 Qual è l’identikit del consumatore Bio? E quali i prodotti più acquistati? Per la risposta l’appuntamento è a Bologna dall’8 all’11 Settembre. Il prossimo week end torna Sana, il Salone internazionale del biologico e del naturale. Un vero e proprio evento culturale ed una piattaforma di confronto che si sviluppa su 22.000 mq ( +13% rispetto al 2016) con 920 aziende presenti ed una forte presenza di buyer internazionali in arrivo da 30 paesi.

Il numero di famiglie che hanno acquistato almeno un prodotto Bio negli ultimi 12 mesi,  è salito al 78% del totale  (dati Survey  Nomisma); tra gli User Bio il 60% è Frequent user, ossia consumatori di prodotti Bio almeno una volta a settimana. Chi prova Bio si affeziona facilmente, l’89% dei consumatori ha iniziato ad acquistare da alcuni anni e continua a farlo ancora oggi. Poi il 46% degli User ricorre alla grande distribuzione come canale preferenziale. Tra i fattori di successo del Bio vi è anche la capacità di innovazione: tra le categorie in forte fermento ci sono inoltre i prodotti 100% vegetali, ecco perché l’Osservatorio Sana 2017 avrà i riflettori puntati  sul ruolo del Biologico per i prodotti a base interamente vegetale, con l’obiettivo di capire l’importanza del Bio tra i prodotti pensati per i consumi di vegetariani, e vegani.

4 giorni di fiera, 70 appuntamenti tra convegni, workshop e presentazioni e 2500 incontri programmati tra aziende e player internazionali. “L’intera  Bologna si apre al biologico –ha ricordato il presidente di BolognaFiere Gianpiero Calzolari– un settore economico in costante crescita espressione del cambiamento culturale di uno stile di vita sempre più responsabile nei confronti della persona e dell’ambiente”. Nell’edizione 2017, Sana mette a segno un più 10% rispetto all’edizione precedente e parliamo di espositori, ma  annunciate importanti novità anche nell’ambito dei settori merceologici. “Salgono infatti a tre i padiglioni dedicati  al settore dell’Alimentazione biologicaha precisato Paolo Carnemolla presidente di FederBio–  due sono i padiglioni dedicati al settore della Cura del corpo naturale e bio, e novità del 2017, la riorganizzazione dell’area Green Lifestyle”. “Il settore del biologico e del naturale rappresenta un importante volano economico per il paese” ha evidenziato Antonio Bruzzone direttore generale di BolognaFiere.

Anche quest’anno Sana svilupperà diverse aree tematiche come Sana Academy, sana Novità, Sana Shop, sana City ed il VeganFest. Una vetrina che non manca di richiamare l’attenzione da oltre confine con buyer internazionali in arrivo da 30 Paesi. Una presenza significativa resa possibile grazie all’International Buyer Program, il programma di incoming organizzato in collaborazione con Ice- Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese Italiane e FederBio. In agenda circa 2.500 incontri b2b che, per gli espositori, rappresentano una concreta opportunità di incontrare, in un lounge dedicato al padiglione 32, la vasta platea di interlocutori specializzati nel settore biologico e naturale.

L’inaugurazione del Salone è prevista  venerdi 8 Settembre alle 10.30 alla presenza  del vice Ministro  delle politiche agricole, alimentari e forestali Andrea Oliviero e delle autorità locali;  tra queste la regione Emilia Romagna, che ha ribadito attraverso le parole dell’assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli,  la leadership dell’Emilia Romagna nel bio. Sono ben 5034 le aziende di  produzione e trasformazione di prodotti biologici attive da Piacenza a Rimini oltre il 20% in più rispetto all’anno precedente. L’Emilia Romagna conferma la quinta posizione per numero di imprese , la prima del Nord Italia. I dati nazionali stabiliscono invece che la motivazione prevalente  all’acquisto alimentare biologico è di natura salutistica per il 50% dei consumatori Italiani, che prediligono prodotti privi di pesticidi chimici di sintesi.

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

Ping Pong in rosa

Il segreto del figlio: cosa resta (davvero) del Padre.