close
Musica classica a misura di bebè? E’ un gioco da ragazzi con la Microband

Musica classica a misura di bebè? E’ un gioco da ragazzi con la Microband

21 dicembre 2017

Dopo il silenzio ciò che più si avvicina ad esprimerel’inesprimibile è la musica” – (A.Huxley)

La musica è da sempre qualcosa di magico ed impalpabile, l’ascoltiamo quando siamo nervosi per calmarci o semplicemente per dare luce a momenti bui della giornata. Non stupiscono dunque i numerosi studi che evidenziano i molteplici effetti benefici dell’ascoltare musica sin dalla più tenera età. In modo particolare la musica classica sembra essere ottimale per avvicinare i bambini alla loro parte più creativa. Alla ricerca di eventi musicali dedicati ai piùpiccoli sul territorio lombardo mi sono imbattuta nel progetto Crescere in Musica e nell’originale approccio della Microband, unico nel suo genere, che si prefigge di mescolare elementi comici e teatrali con un serissimo programma classico. Ci si trova così nella sala di un teatro, nel buio di una platea illuminata dalle sole luci di posizione ad osservare ed ascoltare un duo totalmente fuori dagli schemi.  Sono abilissimi nel giocare con gli strumenti ma non con il senso che la musica ha per chi l’ascolta. Colpita da questo spettacolo ho deciso di approfondire la storia e la conoscenza dei due artisti che gli danno vita, capaci di preservare l’umiltà a dispetto del loro successo.

Luca Domenicali e Danilo Maggio fondano la Microband a Bologna nella seconda metà degli anni ’80, la loro storia ha tuttavia origini ben più antiche: i due si sono conosciuti  infatti da bambini nella città di  Udine, in una realtà cittadina ormai perduta, caratterizzata da giochi all’aria aperta,  piccole viuzze all’insegna dello spirito di comunità. Recuperando strumenti musicali dove capitava, hanno fondato  la loro prima band per scioglierla poco più tardi perseguendo strade differenti: Luca si è iscritto  a Giurisprudenza mentre Danilo all’Accademia delle Belle Arti. La passione per la musica tuttavia li accomunava ed era così forte da portarli ad un nuovo incontro in età adulta, in una Bologna vivace, aperta a nuove iniziative artistiche. E’ iniziata così la carriera musicomica assieme a Vanda Osiris: come veri e propri  pionieri di questo genere sul territorio italiano. I loro spettacoli, inizialmente concepiti per un pubblico adulto, sono stati estesi ai più piccoli su suggerimento di alcuni amici Torinesi: la mossa è stata strategica riscontrando un inaspettato e sentito apprezzamento, tale da condurre ben presto il duo ad un successo internazionale, rendendolo esponente di un’italianità positiva e solare.

“I nostri spettacoli presentano contenuti didattici e di creatività semplici da cogliere ed adeguati per un pubblico di qualsiasi età. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare il bambino al mondo della musica facendo leva sulla sua immancabile componente ludica.”

Molti sono gli spettacoli che li vedono protagonisti in tutta Europa, negli anni hanno  partecipato a diverse trasmissioni televisive fra cui spicca il programma per ragazzi Solletico .Dopo tanti anni il duo non ha perso la  passione, che anzi si sente nelle parole più ardente che mai, come un fiume che non vede ostacoli. Questa fortissima dedizione all’arte musicale ha reso Danilo e Luca ottimi insegnanti facendone un concreto punto di riferimento per i giovani che come loro sono mossi dallo stesso fuoco. Il duo farà presto tappa a Berlino, dove trascorrerà l’intero periodo natalizio e preannuncia un 2018 ricco di eventi sul territorio italiano.

La microband è un esempio di arte genuina, che attraverso impegno, dedizione e lavoro è capace di strappare sorrisi, una lezione importante per i grandi ed i piccini data una volta di più dalle azioni e non solo dalle parole.

 

CHI E’ CHI HA FESTEGGIATO IL NATALE CON ALFA ROMEO

Caraibi: 50 sfumature di bellezza e benessere