close
ARIA DI PRIMAVERA AL MONASTERO DI TORBA

ARIA DI PRIMAVERA AL MONASTERO DI TORBA

30 maggio 2018

Con l’arrivo della bella stagione scaturisce prepotentemente il desiderio di vivere all’aria aperta, magari andando alla ricerca di mete ancora sconosciute e scoprire piccoli e grandi gioielli culturali sparsi nel nostro paese. A questo scopo l’antico Monastero di Torba è una meta perfetta per una mattinata o un pomeriggio tra resti antichi e natura.

Edificato nel V secolo come avamposto militare dai Romani, portò avanti la sua funzione anche sotto il dominio di Goti, Bizantini e Longobardi. Nell’VIII secolo il sito cambiò destinazione d’uso, diventando un centro religioso. Solo nel ‘400, dopo circa sette secoli, la comunità di benedettine abbandonò questo luogo che attraversò un lento e rovinoso declino.

Fortunatamente grazie all’intervento del FAI nel 1976, il sito venne riscoperto tanto da essere inserito nel 2011 nelle liste delPatrimonio dell’Umanità (UNESCO).

Oggi oltre ad essere un sito archeologico ancora attivo è anche teatro di eventi e manifestazioni, come “Fiori al Monastero”, occasione in cui il sito è diventato la suggestiva location di un mercatino di floricultura e parte di attività d’intrattenimento per bambini d’ogni età, mediante laboratori creativi mirati a sensibilizzare i piccoli verso l’amore per la natura e l’arte. Torba tuttavia non offre solo attrattive storiche e culturali ma è anche un luogo di pace e relax. Nell’ampio manto verde che si sviluppa proprio davanti al monastero è possibile consumare pranzi al sacco, leggere, ascoltare musica o praticare giochi all’aria aperta, un ritrovo prefetto per amici e famiglie.

Torri in Festa, Torri in Luce: a Ischia i luoghi diventano spazio d’incontro

LA GUIDA ALLA PEDIATRIA PER IL FARMACISTA