close
Remise en forme a Settembre? la parola chiave è equilibrio

Remise en forme a Settembre? la parola chiave è equilibrio

Alimentazione equilibrata, movimento e trattamenti mirati ad agevolare e velocizzare lo smaltimento dei grassi e l’ eliminazione delle tossine per un Remise en Forme completo della silhouette.

In Estate qualche strappo alla regola si sa è permesso. Si consumano pasti  fuori casa, aumentano le tentazioni di sapori sconosciuti, abitudini e ritmi divengono più slow,  qualche aperitivo al tramonto di troppo ed è fatta:   il conto delle calorie sale al ritmo di una roulette russa. Tutto concesso, altrimenti non si chiamerebbero vacanze, ma quando si tirano le somme a Settembre e ci si “incontra” con  la bilancia, la voglia di correre ai ripari sale in accelerazione gravitazionale.  Come riprendere le buone abitudini?

Alimentazione equilibrata

Certamente aumentare l’attività fisica e scegliere un’alimentazione  equilibrata è il must; ma senza eccessi.

La parola d’ordine è proprio “equilibrio

A sottolinearlo è Caterina Cellai Dietista specializzata in Scienze dell’Alimentazione presso la clinica di Medicina e Chirurgia Estetica Juneco a City Life.  “Al rientro dalle ferie, è giusto aver voglia di rimettersi in riga, ma è sbagliato optare per soluzioni alimentari e scelte  drastiche. Io consiglio un approccio graduale per permettere al corpo ed alla mente di accettare il cambiamento.

 

Il primo obiettivo, approfittando delle temperature di Settembre- è quello di aumentare gradualmente il movimento, camminando a piedi,  magari con l’aiuto di un contapassi  scaricabile con una semplice App. Appena il fisico è pronto si può pensare ad iscriversi in palestra sempre senza eccessi o forzature”. Poi ci sono alcune abitudini che in vacanza ci rendono più trasgressivi con aperitivi,  gelati o i dolci a fine pasto. Limitare gradualmente alcolici e dolci  durante la settimana è già un ottimo modo di ridurre l’apporto calorico”.  Le sane abitudini poi sono molto semplici da adottare: bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, consumare 5 pasti che prevedano due spuntini a base di frutta o verdura e pensare ai cibi stagionali come alleati. “Ad esempio ora che le mele stanno maturando e sono croccanti e succose – prosegue la dottoressa Cellai– possono costituire  la base per un estratto Detox a  cui aggiungere finocchio, cetriolo ed una fettina di zenzero per un concentrato ricco di vitamine e sali minerali spezza-fame. Io consiglio di dedicare anche il tempo  alla preparazione dei piatti, evitando quelli confezionati addizionati di conservanti, ricchi di sali e poco salutari”.  Una ricetta a base di carne bianca o pesce con verdure cotte al vapore, alla piastra  e bollite rappresenta un pasto equilibrato a tutte le età. Sbagliato anche dichiarare guerra totale ai carboidrati. Si possono ridurre le quantità,  ma senza eliminarli del tutto dalla dieta, magari preferendo quelli integrali.

Trattamenti ad hoc per rimodellare la Silhouette

Per un Remise en Forme completo della silhouette, è inoltre  possibile concedersi  trattamenti mirati ad agevolare e velocizzare il processo di smaltimento dei grassi e di eliminazione delle tossine. Occhi puntati su gambe e glutei. Le gambe a Settembre, complici le temperature ancora “gentili” sono ancora scoperte e beneficiano della doratura dell’abbronzatura.  “Si può lavorare a rimodellare la bellezza delle gambe, combattendo gli inestetismi della cellulite  con sedute di Carbossiterapia,  associando massaggi linfodrenanti- spiega il dottor Fabio Caviggioli Direttore Sanitario presso Juneco– la Carbossiterapia permette di migliorare gli avvallamenti cutanei grazie ad una maggiore ossigenazione dei tessuti, mentre  i massaggi migliorano la circolazione linfatica. Se il problema si concentra sulla zona del gluteo, iniezioni locali di Acido Ialuronico consentono di rimodellare forma e volume per un effetto push-up, senza nessun intervento chirurgico invasivo

Cellfina Metodo

Un trattamento di grande efficacia contro a cellulite è rappresentato anche dal metodo Cellfina:  il trattamento che  ha  rivoluzionato  il modo di trattare questo inestetismo,  perché agisce sulle cause primarie della cellulite, ovvero i setti fibrosi, che vengono recisi nell’ambito di una seduta ambulatoriale, con anestesia locale. “I risultati sono garantiti e riproducibili a più di tre anni e con efficacia e sicurezza approvate dall’FDA”.

 

Se il malcontento deriva da cuscinetti di grasso localizzato la soluzione si chiama Coolsculpting:  l’evoluzione della Criolipolisi. Una metodica certificata FDA che senza bisturi, elimina le cellule adipose tramite trattamento termico freddo.

 

Sfruttando gli effetti dello stress termico per rimodellare la silhouette- prosegue Fabio Caviggioli Coolsculpting consente di agire sull’area da trattare in maniera mirata; il tessuto viene sollevato e raffreddato da un manipolo che agisce  solo sulle cellule di grasso, le  cellule adipose sottocutanee,  senza alcun effetto sulla pelle. Tale processo, in linguaggio tecnico, viene definito Apoptosi. Le cellule, alle quali è stato sottratto il calore, vengono successivamente eliminate dall’organismo, con la perdita di una percentuale pari al 25% delle adiposità corporee. Si può inoltre procedere – prosegue Caviggioli– anche con sedute di Carbossiterapia Monozona per combattere le piccole imperfezioni cutanee grazie all’anidride carbonica. In autunno anche il decolleté rappresenta  una parte del corpo che può essere valorizzata: con sedute di Biorivitalizzazione sul derma, si può rendere l’area del decolleté più tonica, compatta elastica e tesa. Si può agire con la biorivitalizzazione  in due modi: con o senza PRP ( Plasma ricco di Piastrine).  In entrambi i casi l’obiettivo è di tonificare e omogeneizzare la parte del decolletè, un area fra le più foto-esposte insieme a mani e volto, ed  eliminare e riparare i danni della pelle. “Nel primo trattamento si procede con Biorivitalizzazione a base di iniettabili di acido ialuronico- precisa il Direttore sanitario  di Juneco–  a questo si può far precedere un trattamento a  base di  PRP: un concentrato  di sangue prelevato dal paziente, ricco di piastrine, in grado di rigenerare i tessuti grazie ai ricchissimi di fattori di crescita. La tecnologia utilizzata in Juneco  è PRP Cpunt: metodica a circuito chiuso  brevettato  per la preparazione di PRP autologo mediante lettore ottico che consente il passaggio solo di plasma e piastrine.  Questo  permette di idratare e rigenerare gli strati profondi della pelle in maniera più efficace per ottenere una vera e propria biorigenerezione. A completamento, dopo la   biorivitalizzazione con acido ialuronico,   in seconda battuta si può procedere ad omogeneizzare la trama ed il colore mediante peeling liftanti o PRX. Entrambi i pacchetti  si realizzano in 5 sedute settimanali, indolori, con una socializzazione immediata, non si deve infatti coprire la parte in quanto si tratta di trattamenti che non lasciano esiti cicatriziali.

 

Nuove formule  di fruizione da Settembre presso la clinica  Juneco.

 

I pazienti  possono usufruire di pacchetti di  trattamenti rivitalizzanti per levigare e donare compattezza alla pelle ed idratarla in profondità.  Si tratta di una nuova modalità più flessibile e mirata,  pensata sotto forma di pacchetti che si sviluppano lungo l’intero anno ed in grado di adattarsi alle esigenze dei pazienti- spiega il direttore generale Cristian Sanson-  e sono declinabili nelle diverse stagioni, come un abbonamento su misura e personalizzabile. Un Settembre prezioso per la pelle con numerosi appuntamenti e e promozioni: si comincia il 20 e 21  Settembre con un Open Day dedicato ai trattamenti a base di Botox e Filler. Inoltre,  per tutto il mese,  saranno attive promozioni sulle Biorivitalizzazioni e la Blefaroplastica. Per info: www.juneco.it.

Elisa Stefanati

Elisa Stefanati

Managing Editor, giornalista, psicologa e psicoterapeuta

La Coluccia: Hotel glam nella Conca Verde della Gallura

Francesca Fossati

“Ammare”, la nuova collezione firmata Francesca Fossati