Presentato in settimana “Viva la Franca. Il secolo lieve della Signorina Snob”, omaggio alla poliedrica Franca Valeri a cura di Aldo Dalla Vecchia.

 

In occasione del centesimo compleanno di Franca Valeri (31 luglio 2020), il giornalista scrittore Aldo Dalla Vecchia ripercorre la carriera dalle origini ai giorni nostri nel saggio presentato mercoledì scorso “Il secolo lieve della Signorina Snob”, in libreria dal prossimo 26 giugno.

Il secolo di Franca Norsa, in arte Franca Valeri (un omaggio al poeta Paul Valéry) è un’occasione unica per ripercorrere la carriera irripetibile di colei che è stata la prima attrice comica in Italia, faro e musa di tutte coloro che sarebbero venute dopo: Lella Costa, Sabina Guzzanti, Luciana Littizzetto.

Valeri, ideatrice di una galleria di personaggi indimenticabili e ancora oggi straordinariamente attuali come la Signorina Snob, Cesira la manicure, la sora Cecioni, è stata iniziatrice di un genere che tanta fortuna avrebbe avuto, dimostrando il proprio talento in ambiti diversi: radio e teatro, cinema e televisione, opera lirica e letteratura, rimanendo sempre unica e inimitabile.

Il saggio scritto dall’autore televisivo e autore di molti libri, Aldo Dalla Vecchia, è un omaggio affettuoso alla sua arte, analizzata attraverso tutti i media cui Franca Valeri si è felicemente dedicata, dando ogni volta frutti straordinari: film come Il segno di Venere e Il vedovo; opere teatrali come Lina e il cavaliere e Le catacombe; spettacoli televisivi come Studio Uno e Sabato sera; libri come Le donne e Bugiarda no, reticente. Il libro è uscito ieri nelle migliori librerie e lei ne è entusiasta. Quando si augura alle persona di vivere più di cento anni e al meglio!

Franca Valeri è il ritratto della salute. Il segreto della sua salute sta nell’epigenetica. Buona alimentazione, passeggiate e movimento, ma soprattutto ottime relazioni. “Per la salute è indispensabile ridere. Nel mio caso “anche far ridere”, frequentando chi mi piace. Evito le persone che non mi piacciono, così coltivo la mia salute. Alla mia età è più facile permetterselo” – commenta ironica Valeri. La sua una voce salutare, grazie anche alla sua prosa amara, appena mascherata da un sorriso d’intesa è garanzia di quanto sostiene.